Combattono l’inquinamento creando tanti posti di lavoro

L’idea di questi due ragazzi è geniale

Sono 150 milioni le tonnellate di plastica presenti oggi nei mari e si stima che questo dato continuerà a crescere in futuro con un ritmo di 8 milioni di tonnellate l’anno. Per questo motivo, negli ultimi anni sono state promosse numerose iniziative con l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini verso l’emergenza plastica e di incrementare gli sforzi per la raccolta e il riutilizzo dei rifiuti. Tra queste, c’è anche quella portata avanti da 4Ocean, un’associazione nata a Bali (Indonesia) dall’idea di due surfisti americani che hanno creato un progetto, ormai diventato internazionale, che prevede l’utilizzo costante (sette giorni su sette) di una flotta di imbarcazioni per il recupero di rifiuti plastici nei mari. Quest’iniziativa è inoltre supportata da una campagna di raccolta fondi sostenuta grazie alla produzione e alla vendita di braccialetti ecologici creati con i materiali recuperati: ogni braccialetto equivale al finanziamento per la raccolta di 1 pound (poco meno di mezzo chilogrammo di materiale) di rifiuti. Durante il primo anno di attività (2017), l’associazione è stata in grado di recuperare efficientemente una quantità pari circa a 115 tonnellate di rifiuti e si è posta come obiettivo da raggiungere entro il 2018 quello di superare le 450 tonnellate.

 

Commenta con Facebook
Claudia Faverio

Claudia Faverio

Collabora con People For Planet come social media manager e content analyst

commenta

Claudia Faverio

Claudia Faverio

Collabora con People For Planet come social media manager e content analyst