Con il CompoSharing il compostaggio domestico diventa facile

Con il CompoSharing il compostaggio domestico diventa facile

In tre comuni del parmense si offre consulenza e si condividono attrezzature per trasformare foglie e gramaglie in humus. Un esempio da seguire.

Condivisione di attrezzature ed esperienze per incrementare il compostaggio domestico e ridurre i rifiuti: è ciò che si può riassumere nella parola “Composharing”.
Nella provincia di Parma, in particolare nei comuni di Mezzani, Sissa Trecasali e Sorbolo, è attivo infatti un servizio di n condivisione del compostaggio domestico per riciclare l’organico e in particolare i “rifiuti verdi”, ramaglie e potature.
Nei tre comuni si producono ogni anno circa 3.500 tonnellate di rifiuti verdi, che potrebbero essere in buona parte intercettati dal compostaggio domestico. Oggi in Italia vengono raccolti, trasportati e smaltiti tre milioni di tonnellate di rifiuti verdi: una cifra che con il composharing potrebbe venire drasticamente ridotta.
L’idea è semplice: dare supporto formativo a chi decide di fare il compostaggio nel proprio giardino e mettere in condivisione le attrezzature necessarie al suo trattamento, come il trituratore, troppo costoso per un singolo nucleo familiare.
Ogni famiglia che si iscrive al servizio, gratuito per i residenti dei tre comuni, ha diritto a un corso di formazione e a una consulenza, a un kit per il compostaggio, alla triturazione delle ramaglie e alla setacciatura del compost, alle analisi e all’eventuale aggiunta di integratori e attivatori per migliorare il processo.
Il compostaggio domestico è un perfetto esempio di economia circolare: consente di “chiudere il cerchio” trasformando i rifiuti verdi in terriccio utile per il proprio giardino e il proprio orto, anziché riempire di rifiuti i cassonetti e i centri di raccolta.

Fonti:
https://www.composharing.it/
http://comunivirtuosi.org/composharing-a-sorbolo/

 

Commenta con Facebook
Simone Canova

Simone Canova

Scrittore, ricercatore, grafico, autore di “Cacao, il quotidiano delle buone notizie”, webmaster dei siti del circuito di Alcatraz/Jacopo Fo. E’ Coordinatore della redazione centrale di People For Planet.

commenta

Simone Canova

Simone Canova

Scrittore, ricercatore, grafico, autore di “Cacao, il quotidiano delle buone notizie”, webmaster dei siti del circuito di Alcatraz/Jacopo Fo. E’ Coordinatore della redazione centrale di People For Planet.