L’era dei supercalcolatori (VIDEO)

Un viaggio misterioso tra i neuroni sintetici di un cervello elettronico.

People For Planet è entrato nel Green Data Center di Eni a Ferrera Erbognone. E’ il cuore dell’informatica e dell’infrastruttura tecnologica del gruppo, e qui abbiamo “conosciuto” HPC-4, il supercomputer che Eni utilizza per elaborare i dati del sottosuolo prima ancora che vengano perforati i pozzi, riducendo quindi l’impatto ambientale.
Una potenza di calcolo di 18 PetaFlops, milioni di miliardi di elaborazioni al secondo. Il Green Data Center di Eni gestisce qualcosa come 24 Petabyte di dati, circa l’equivalente delle informazioni contenute in 3 miliardi di libri (si stima che la Biblioteca di Alessandria ne contenesse circa 500mila).
Interviste a Gabriele Provana e Carlo Fortini, rispettivamente responsabile delle operazioni informatiche e dei servizi agli utenti del gruppo Eni e geofisico nel settore esplorazione di Eni.

 

Credits video
Video di Iacopo Patierno
Direzione della fotografia Paolo Negro
Audio Daniele Sosio

Perché Green Data Center (VIDEO)

Ciao, io sono HPC-4, il supercomputer italiano

 

Commenta con Facebook
Iacopo Patierno

Iacopo Patierno

Regista, sceneggiatore e montatore. Laureato al DAMS di Bologna. E' Direttore Video di People for Planet

commenta

Iacopo Patierno

Iacopo Patierno

Regista, sceneggiatore e montatore. Laureato al DAMS di Bologna. E' Direttore Video di People for Planet