Eolico ali gufo Disegno Armando Tondo

Pale eoliche simili ad ali di gufo: così gli scienziati riducono il rumore

Grazie anche alla conformazione delle loro ali, i gufi inseguono in volo le proprie prede senza che queste riescano ad udirne il movimento.

Questa caratteristica ha ispirato un team di ricercatori – provenienti dalle Università di Lehigh, Virginia Tech, Florida Atlantic e Cambridge – alla ricerca di soluzioni che rendessero le turbine eoliche più silenziose.

Il segreto si trova in quella sorta di lanugine che ricopre le ali dei gufi, al microscopio una moltitudine di peli posizionati come in una foresta: all’inizio quasi perpendicolari alla superficie come tronchi, poi piegati a formare una copertura con estremità ricurve incastrate tra esse. I primi elementi in plastica sono stati creati utilizzando la stampa 3D e mimano questa conformazione: posizionati sulle turbine, riescono a ridurne il rumore di circa 10 decibel.

 

In copertina: immagine di Armando Tondo

Commenta con Facebook
Anna Tita Gallo

Anna Tita Gallo

Giornalista pubblicista e content manager. Scrive di comunicazione, Web, marketing, pubblicità, green economy, cronaca ambientale.

commenta

Anna Tita Gallo

Anna Tita Gallo

Giornalista pubblicista e content manager. Scrive di comunicazione, Web, marketing, pubblicità, green economy, cronaca ambientale.