2020 anno internazionale della salute delle piante

Proclamato dalla Fao per aumentare la consapevolezza verso i problemi legati al mondo vegetale

Un anno all’insegna della biodiversità e della tutela degli ecosistemi. La FAO ha proclamato il 2020 “Anno internazionale della Salute delle Piante” per aumentare la consapevolezza verso i problemi legati al mondo vegetale e garantire la tutela della nostra salute e di quella del pianeta, affinché la comunità internazionale riconosca l’importanza del mondo vegetale, della sua e della nostra salute.

Le piante costituiscono l’80% del cibo che mangiamo e producono il 98% dell’ossigeno che respiriamo. Malgrado questo fino al 40% delle coltivazioni mondiali viene distrutto da malattie e parassiti,

«Come per la salute umana o animale, anche per le piante prevenire è meglio che curare», ha sottolineato Qu Dongyu, Direttore Generale della FAO (Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura) a margine della riunione del Consiglio dell’Agenzia delle Nazioni Unite ed è soprattutto più economico.

Sul sito web dedicato a quest’iniziativa sono disponibili consigli e suggerimenti su ciò che ognuno di noi può fare.

Tra le tante iniziative dal 4 al 6 giugno si terrà a Torino il “Festival Plant Health” con conferenze, spettacoli, mostre dedicate alla salute delle piante e dell’ambiente.

Per quest’anno abbiate una particolare cura della salute del vostro pothus, ve ne sarà grato.

Leggi anche:
La “bufala” mondiale delle piante da interni che purificano l’aria
Curare le piante per coltivare noi stessi
Anche le piante hanno il battito cardiaco
Piante aromatiche: colori e odori per riempire giardino e balcone
Piante e habitat in pericolo di estinzione (Infografica)

Gabriella Canova

Gabriella Canova

Fa parte della Redazione. Si occupa dei rapporti con i redattori esterni nonché della stesura di vari articoli relativi alle tematiche del portale.

Potrebbe interessarti anche

Gabriella Canova

Gabriella Canova

Fa parte della Redazione. Si occupa dei rapporti con i redattori esterni nonché della stesura di vari articoli relativi alle tematiche del portale.