3 dispositivi indossabili che sicuramente desideri!

Calzini intelligenti, reggiseno che twitta, braccialetti che ti dicono quanto sei pigro. Tre dispositivi indossabili che non possono mancare nel guardaroba tecnologico

I calzini “smart”

Fai la lavatrice, raccogli i calzini dopo l’asciugatura e… ci saranno tutti? Saranno pari? Nessun problema se usi la tecnologia Blacksocks Plus+!

Questi calzini intelligenti sono dotati di un microchip identificativo RFID che permette di contare i calzini e avvisare, tramite un’apposita app per smartphone, se uno o più calzini sono rimasti spaiati.
Ideali in viaggio, per famiglie numerose ma anche per scaricare lo stress dopo una giornata di lavoro.

Costo: 189 dollari, vi arrivano a casa fra i 9 e i 10 calzini.
https://www.blacksocks.com/us/en/socks/calfsocksblack-plus

Zepp Golf 2 3D Swing Analyzer

Il dispositivo, inventato in California dagli Zepp Labs, si applica sul guanto da golf e monitora il vostro swing e back swing. Sullo smartphone si possono poi vedere istantaneamente i dati e uno “smart coach” aiuta a migliorare movimenti, postura, tempo di azione, tenuta della mazza. Il tutto con video e grafica a 360 gradi.

Costa 149-199 dollari ma si ripaga da solo facendovi vincere tornei da milioni di dollari.
https://www.zepp.com/en-us/golf/

Alzati, pigrone!

Da un paio di anni il mercato ha visto un’impennata nelle vendite di smartband, che potremmo definire come una versione molto più semplificata degli smartwatch. Questi braccialetti tecnologici conquistano grazie alle molte funzioni: ti svegliano vibrando all’ora impostata, contano quanti passi fai, monitorano la qualità del sonno contando quante volte ti giri nel letto la notte. La più bella però è il controllo attività/inattività: se stai fermo, ad esempio sul divano, per più del tempo preimpostato, il braccialetto vibra finché non ti alzi.
Non è contemplata la possibilità di mandarli a quel paese…

Immagini di Fabio Folla

Simone Canova

Simone Canova

Scrittore, ricercatore, grafico, autore di “Cacao, il quotidiano delle buone notizie”, webmaster dei siti del circuito di Alcatraz/Jacopo Fo. E’ Coordinatore della redazione centrale di People For Planet.

commenta

Simone Canova

Simone Canova

Scrittore, ricercatore, grafico, autore di “Cacao, il quotidiano delle buone notizie”, webmaster dei siti del circuito di Alcatraz/Jacopo Fo. E’ Coordinatore della redazione centrale di People For Planet.