Aggressioni a medici e infermieri: polizia nei pronto soccorso e vigilantes sulle ambulanze

“Per prevenire gli episodi di violenza è fondamentale aumentare le condizioni di sicurezza”

Dal 15 gennaio saranno attive le prime telecamere sulle ambulanze in servizio nel territorio di Napoli ed è prevista la realizzazione da parte delle strutture ospedaliere dell’installazione di sistemi di videosorveglianza collegati con le centrali delle forze di polizia. L’annuncio è stato dato dalla ministra dell’Interno Luciana Lamorgese dopo l’ultimo episodio avvenuto domenica a Napoli, quando alcuni ragazzi hanno sequestrato un’ambulanza e gli operatori sanitari del 118 che erano a bordo per costringerli a soccorrere un loro amico 16enne che aveva avuto una distorsione al ginocchio.

Violenze fisiche, minacce con pistola

Sempre a Napoli, a causa di un petardo fatto esplodere da ignoti a distanza ravvicinata la mattina di Capodanno, un medico del 118 che aveva appena terminato un intervento rischia di perdere l’udito a un orecchio. Sono circa 1200 l’anno, secondo l’Ordine dei medici, le aggressioni denunciate dai camici bianchi, ma il numero reale sarebbe di tre volte maggiore. E il sindacato degli infermieri italiani e delle professioni sanitarie Nursing up denuncia episodi di violenza fisica per un infermiere su dieci e minacce con tanto di pistola per il 4%. Le aggressioni ai danni del personale sanitario riguardano tutta Italia anche se in alcune aree – come quella di Napoli – la situazione appare particolarmente critica.

Aumentare la sicurezza

Per frenare gli episodi di aggressioni e violenze a danno del personale sanitario il presidente della Federazione degli Ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri (Fnomceo), Filippo Anelli, chiede postazioni di Polizia nei pronto soccorso di maggiore affluenza e la presenza di vigilantes sulle ambulanze nelle aree di maggiore criticità, come la città di Napoli. “Per prevenire gli episodi di violenza nei confronti di medici e operatori sanitari è fondamentale aumentare le condizioni di sicurezza dei luoghi di lavoro”, ha spiegato Anelli.

Leggi anche:
Borgomanero e i medici in pensione
La Boat Ambulance di Eni Foundation

Miriam Cesta

Miriam Cesta

Giornalista professionista, collabora con diverse testate dedicate al mondo della salute, della medicina e del benessere.

Potrebbe interessarti anche

Miriam Cesta

Miriam Cesta

Giornalista professionista, collabora con diverse testate dedicate al mondo della salute, della medicina e del benessere.

Consigli per gli acquisti

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy