Intervista Ministro Giulia Grillo

Sanità: alcune Regioni italiane risparmiano il 67% sull’acquisto dei farmaci, altre no, perché?!?

Jacopo Fo intervista il Ministro della Salute Giulia Grillo

Si parla di antibiotico-resistenza, di farmaci equivalenti e delle iniziative del Ministro al fine di regolarizzare le spese delle Regioni per beni e servizi così da poter destinare più fondi in settori come l’assistenza ai disabili ancora molto carenti in quasi tutta Italia. Si parla anche della denuncia fatta da People for Planet per quanto riguarda la prescrizione da parte di alcuni pediatri di una specifica marca di latte in polvere per i neonati, della proposta di concedere alle farmacie la possibilità di vendere i farmaci sfusi per evitare inutili sprechi e sovradosaggi…
Quello che risulta da questa lunga intervista è che manca una corretta ed efficace informazione sia ai medici che ai farmacisti che al cittadino da parte delle istituzioni. Forza, Ministro, raccontiamo le buone pratiche!

Come sapete le questioni sulla salute mi stanno molto a cuore, ho informato il Ministro della denuncia fatta da People for Planet per quanto riguarda la prescrizione da parte di alcuni pediatri di una specifica marca di latte in polvere per i neonati, della proposta di concedere alle farmacie la possibilità di vendere i farmaci sfusi per evitare inutili sprechi e sovradosaggi…
Sono rimasto piacevolmente impressionato da Giulia Grillo, un medico che sa di che cosa sta parlando e il problema è sempre quello: manca una corretta ed efficace informazione sia ai medici che ai farmacisti che al cittadino da parte delle istituzioni. Forza, Ministro, raccontiamo le buone pratiche!

Parte Prima

Alcune Regioni risparmiano il 67% sull’acquisto dei farmaci, altre no

Il Ministro mi ha confermato che con la distribuzione dei farmaci sfusi nelle farmacie si potrebbe arrivare a risparmiare fino al 5% – stima prudenziale! – della spesa pubblica e privata che oggi ammonta a circa 30 miliardi.
E il risparmio sarebbe ancora più notevole se tutte le regioni acquistassero farmaci, beni e servizi con più attenzione. In Lazio, ad esempio, un farmaco come il Bosentan è passato da un costo di 2.210 euro a 27 euro! Si parla di un risparmio di 40 milioni per la sola regione Lazio.
Magari si potrebbero denunciare quelle Regioni che buttano i soldi dalla finestra! Il Ministro ride ma secondo me ci sta pensando.

Parte seconda

I famaci “griffati” ci costano milioni di euro in più

La gente preferisce i “farmaci Armani”? Cioè griffati invece di usare quelli che vengono definiti impropriamente “generici” e che invece si chiamano “equivalenti”?
Anche Giulia Grillo mi conferma che l’Italia è tra i Paesi in Europa che ne consuma di meno, molti cittadini continuano a preferire il farmaco “branded” ma le cose, seppur lentamente, stanno cambiando anche grazie alla corretta informazione da parte dei medici di base e dei farmacisti.

Parte Terza

L’indigestione di antibiotici e i trucchi del latte artificiale

Giulia Grillo conferma il dato che afferma che l’Italia è leader in Europa delle malattie antibiotico resistenti proprio perché è uno dei Paesi in cui si consumano più antibiotici d’Europa
E’ d’accordo che una soluzione è proprio quella della prescrizione dei farmaci monodose e di una maggiore informazione su quando e come assumere antibiotici e quando sono completamente inutili se non dannosi.
La sperimentazione in alcune farmacie potrà essere utile anche in questo caso.

Latte in polvere
Ho raccontato al Ministro della Salute di un’altra campagna di denuncia di People For Planet che riguarda la prescrizione da parte di alcuni medici del latte in polvere, dove viene specificata anche la marca, cosa che è illegale.
Giulia Grillo mi ha confermato che non si può prescrivere un determinato latte in polvere ma ha ammesso che non esiste una sanzione per chi non rispetta la legge.

Parte quarta

Miliardi di spreco e non ci sono i soldi per i disabili

Alla fine quale è il risparmio ottimale che si può avere razionalizzando le spese? Ho chiesto al Ministro.
Giulia Grillo si è mantenuta cauta sulle cifre: “Qualcuno dice 6 altri 7 miliardi ma in realtà non c’è una stima precisa e comunque è da reinvestire per colmare le carenze in altri settori”
Sì, perché i soldi risparmiati dovrebbero essere reinvestiti nell’assistenza ai malati cronici, ai non autosufficienti e ai disabili dove l’Italia è troppo carente. In alcune regioni questi malati sono affidati solo alle cure familiari.

Spero di aver provocato Giulia Grillo a meglio informare la cittadinanza per una migliore razionalizzazione della spesa sanitaria che colmi le grandi differenze tra Regione e Regione per poter colmare lacune in alcuni settori attualmente in grande sofferenza di mezzi e personale.
Informare, informare, informare!

Jacopo Fo

Jacopo Fo

Scrittore, teatrante, regista, disegnatore, è Direttore creativo di People For Planet.

Jacopo Fo

Jacopo Fo

Scrittore, teatrante, regista, disegnatore, è Direttore creativo di People For Planet.