Allarme microplastica, anche le lenti a contatto possono inquinare i nostri mari

Dove gettate le lenti a contatto dopo averle utilizzate?

D’ora in poi, fateci caso. Così impalpabili, leggere e trasparenti, le lentine possono rappresentare una minaccia per i nostri mari.

A dirlo un gruppo di ricercatori americani che per la prima volta ha indagato il “destino” delle lenti a contatto dopo l’uso e ha scoperto che quando finiscono negli scarichi delle acque reflue vengono frammentate e rischiano di arrivare nell’ambiente come microplastica.

Lo spunto è arrivato dall’esperienza personale. “Ho sempre indossato occhiali e lenti a contatto per buona parte della mia vita. A un certo punto mi sono chiesto se qualcuno avesse mai studiato quello che accade a queste lenti di plastica” spiega Rolf Halden, direttore del Centro di ingegneria per l’ambiente e la salute dell’università dell’Arizona. Quando Halden e colleghi – Charlie Rolsky e Varun Kelkar – hanno scoperto con un certo stupore che in letteratura sull’argomento non c’era nulla, hanno deciso di ampliare il lavoro già avviato da tempo sull’inquinamento da plastica.

Continua a leggere su Repubblica.it

Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Il meglio del Web selezionato per te!

commenta

Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Il meglio del Web selezionato per te!