Arriva dalla Cina la lampada antivirus

Promette di liberare l’aria domestica da virus e batteri, forse non dal Coronavirus, ma suona se scova nell’aria qualcosa di grosso

«Grazie ai raggi UVC questa lampada disinfetta un’area compresa tra 20 e 30 metri quadrati da tutti i tipi di virus, allergeni o batteri come E.Coli o Staphylococcus. Se ve lo steste chiedendo: no, probabilmente il Coronavirus che gira in queste settimana non lo elimina, poiché fa parte della famiglia della SARS. In ogni caso, il lato smart di questa lampada è anche un altro: grazie a un suono di notifica che arriva sul nostro smartphone possiamo essere avvertiti se nell’aria c’è un agente virale più resistente, che la macchina non riesce a eliminare. L’autonomia della è certificata per 9mila ore e il prodotto è utilizzabile da remoto tramite app» . Lo riporta lo stesso sito dell’azienda cinese.

Un successo enorme

Xiaomi, nota società cinese di elettronica, ha lanciato Xiaoda come risposta al Coronavirus. Il nuovo prodotto è stato lanciato sotto la piattaforma di crowdfunding Youpin e dal 20 febbraio inizieranno le prime spedizioni. Il successo è stato infatti enorme: oltre 84.000 persone hanno aderito finora al crowdfunding. Come nel caso della maggior parte delle lampade di questo tipo, anche la lampada di sterilizzazione Xiaoda è portatile e ha più o meno le dimensioni di una lattina.

Non solo Coronavirus

Naturalmente le sue applicazioni sono numerose, soprattutto in inverno. Può limitare o ridurre la diffusione di virus tra familiari o in ufficio, compresi raffreddori e influenza, ma può anche eliminare gli odori dai vestiti nell’armadio o nel frigorifero. Può anche sterilizzare l’aria di ambienti spesso ricchi di patogeni, come i bagni con scarsa circolazione d’aria.

Come funziona

La lampada UV utilizza diverse gamme di luce per favorire la disinfezione e la sterilizzazione, uccidendo i microrganismi. In più, unisce ultravioletti e ozono per distruggere i 5 batteri più comuni nell’aria. Secondo l’azienda, il tasso di sterilizzazione dell’aria può raggiungere il 99,9%.

Leggi anche:
Coronavirus, c’è chi chiede a Google se si prende con la birra
Purificatori d’aria indoor. “Acquistarli è inutile. Se non dannoso”

Michela Dell'Amico

Michela Dell'Amico

Giornalista, responsabile sezione Green per People For Planet. Ambiente, femminismo e mobilità i miei temi culto. I commenti sono solo miei.

Potrebbe interessarti anche

Michela Dell'Amico

Michela Dell'Amico

Giornalista, responsabile sezione Green per People For Planet. Ambiente, femminismo e mobilità i miei temi culto. I commenti sono solo miei.

Consigli per gli acquisti

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy