Parlamento italiano

Avviata un’interrogazione parlamentare sulla gestione dei dati Covid-19

Finché le Regioni non rendono pubblici i dati, staremo un passo indietro.

Il tema dati, privacy e gestione della pandemia arriva alle Camere, da un gruppo misto di deputati, con prima firmataria la senatrice M5s Maria Laura Mantovani, l’emendamento alla legge di bilancio presentato il 26 novembre da un gruppo di deputati per chiedere al governo italiano trasparenza nella gestione della pandemia di Covid-19. Contestualmente, 29 senatori del Movimento 5 stelle hanno presentato un’interrogazione parlamentare, in una sorta di azione congiunta volta a smuovere, davvero, qualcosa, stavolta. L’emendamento, si legge in un comunicato stampa ufficiale, si pone l’obbiettivo di interrogare il Governo su “quali iniziative intenda prendere per muoversi celermente nella direzione della trasparenza” per “rendere libero e semplice l’accesso ai dati sul Covid-19, comune per comune“.

L’iniziativa si accoda alla richiesta che già molti scienziati e giornalisti hanno rivolto al governo nel corso della pandemia, le regioni non hanno mai comunicato i dati, e sui calcoli eeffettuati, specie nelle settimane a ridosso dell’assegnazione “dei colori” nello scorso mese, sono circolati non pochi dubbi. No, la privacy non c’entra. In un articolo apparso su Il Manifesto a firma di Capocci si capisce chiaramente il motivo per cui conoscere i dati potrebbe davvero agevolare la gestione della pandemia, dal momento che:

“Per calcolare Rt serve, infatti, la data di insorgenza dei sintomi per ogni nuovo caso di Covid-19 e nelle tabelle della protezione civile – le uniche rese pubbliche quotidianamente – questo dato non c’è. Non è l’unico che manca. Dei casi positivi non conosciamo il sesso, l’età, il luogo di residenza, quello del contagio. Informazioni preziose per capire, ad esempio, l’andamento del contagio tra i giovani”.

Oltre a richiedere la pubblicazione dei dati e di tutti i parametri analizzati “per adottare le misure restrittive utili al contenimento della pandemia – come sottolinea Mantovani – devono anzitutto essere resi pubblici e diffusi in modo puntuale, aggiornato e in modalità accessibile a tutti i dati delle Regioni, che si dà il caso, in Italia, abbiano piena autonomia.

Stela Xhunga

Stela Xhunga

Scrive per People for Planet, riviste e altri quotidiani online. Collabora con la Radio Televisione Svizzera.

Potrebbe interessarti anche

Stela Xhunga

Stela Xhunga

Scrive per People for Planet, riviste e altri quotidiani online. Collabora con la Radio Televisione Svizzera.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy