Bambini e smartphone, i consigli dei pediatri: fate sport all’aria aperta

Bambini e smartphone, i consigli dei pediatri: fate sport all’aria aperta

Una giuda pratica in 5 punti

Il tema bambini e smartphone è a dir poco cruciale ed è importante conoscere i consigli dei pediatri per conoscere i rischi a cui si va incontro con l’uso non controllato di telefonino e tablet nei piccoli.

 La SIPPS (Società Italiana Pediatria Preventiva e Sociale) si è soffermata sul tema e ha diramato una nota che aiuta a gestire meglio l’uso dei dispositivi elettronici nei bambini. Una giuda pratica in 5 punti che ogni genitore dovrebbe tenere presente. Si tratta di indicazioni che possono prevenire la dipendenza da smartphone e alcune patologie che si possono sviluppare in età più avanzata, oltre ai rischi più estremi come l’autoreclusione in casa (il fenomeno dell’hikikomori). Sono consigli che hanno molto a che fare con lo stile di vita di cui parliamo spesso: non a caso i primi due riguardano l’importanza dello sport (del gioco e del movimento) e del fatto di stare all’aria aperta, cosa che porta benefici immensi su molti aspetti, dallo sviluppo di nuove competenze, affinamento della mobilità, del problem solving e un generale miglioramento della salute. […]

La Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale suggerisce cinque semplici ma efficaci regole per il periodo estivo, ma che in realtà, adattandole stagione per stagione, sono valide per tutto l’anno.

1. Sport, gioco e movimento
Sin dai primi anni d’età e ancor più negli adolescenti, favorire il più possibile il movimento, la socializzazione e le attività di gioco che prevedono un’interazione diretta e non virtuale: utile, per esempio, l’iscrizione a un centro estivo o a un corso sportivo;

2. Stare all’aria aperta
Incentivare la permanenza all’aria aperta, naturalmente con la necessaria protezione nei confronti dell’esposizione al sole e con gli opportuni accorgimenti di sicurezza in relazione al luogo e alle attività

3. Dare un ritmo alle giornate
Impostare le giornate in maniera regolare: la mancanza di impegni consente certamente di alzarsi più tardi del solito, ma non giustifica un’anarchia dei ritmi, e la durata fisiologica del sonno va assolutamente rispettata

Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Il meglio del Web selezionato per te!

Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Il meglio del Web selezionato per te!