Basilico contro le zanzare

Basilico, rimedio antico contro le zanzare

Tra i rimedi naturali contro le zanzare, il basilico si rivela uno dei più semplici ed efficaci. Si può utilizzare sotto forma di olio essenziale o spray. Le nostre nonne lo suggeriscono anche come rimedio dopopuntura.

Bello, profumato, ingrediente preziosissimo sulle tavole italiane, ma anche rimedio naturale efficace per eliminare le zanzare: è il basilico. Soluzione antica, pare funzioni anche per alleviare il fastidio delle punture di questi insetti.

Non è solo il Basilico l’anti zanzara naturale facile da usare

Sono tante le piante che aiutano a tenere alla larga le zanzare. Le più utilizzate sono la citronella e i gerani, ma anche lavanda, calendula, rosmarino, eucalipto, menta, a cui si affiancano piante dal nome meno noto come lantana, catambra, catalpa e pianta dell’incenso (da non confondere con l’incenso che intendiamo comunemente, in questo caso si tratta della Plectranthus colloide) ed anche il caffè. Quindi, quando ingaggiate la vostra personale battaglia contro le zanzare non affidatevi solo agli elettroemanatori. L’ideale sarebbe ritagliare un angolo del proprio balcone o del giardino da dedicare alle piante aromatiche, utile comunque ad averle sempre a disposizione per preparare ricette o dare un tocco di freschezza in più ai nostri piatti, anche quando le zanzare non ci sono.

Olio essenziale al basilico

Se decidete di affidarvi al basilico sotto forma di olio essenziale, vi basterà versare qualche goccia in un diffusore. Potete trovare facilmente l’olio essenziale in negozi che vendono essenze naturali, oppure potete provare a prepararlo voi stessi. In questo caso potete scegliere tra due procedimenti, uno a freddo e uno a caldo. Se seguite quello a freddo:

  • raccogliete in una tazza da 250 ml le foglie fresche di basilico;
  • schiacciatele dopo averle inserite in un sacchetto, in questo modo l’olio tenderà ad uscire dalle foglie;
  • a questo punto, ponetele  in un ampio vaso di vetro insieme a 250 ml di olio vegetale;
  • lasciate riposare in un luogo tiepido, lontano dal sole, per 1-2 giorni;
  • filtrate per ottenere il vostro olio essenziale o ripetete la procedura se volete un profumo più intenso.

Il metodo a caldo prevede l’utilizzo di meno foglie, circa un quarto della tazza da 250 ml. Invece di schiacciarle, dovete cuocerle a bagnomaria nella stessa quantità di olio vegetale per 6 ore, poi filtrare.

Spray al basilico

Anche in questo caso il metodo è semplice. Occorrono:

  • 20 ml di alcol etilico;
  • 90 ml di acqua distillata;
  • 20-30 gocce di olio essenziale di basilico;
  • 10 gocce di olio di lavanda.

Gli ingredienti vanno inseriti in una boccetta, vanno mescolati e poi trasferiti in un contenitore spray. Si utilizza come un qualsiasi repellente, direttamente sul corpo (testate prima su una piccola parte per essere certi che non provochi reazioni allergiche).

Il basilico come dopopuntura

Se ormai il danno è fatto e le zanzare hanno già attaccato, le nonne raccomandano di affidarsi ugualmente al basilico, questa volta per alleviare il fastidio delle punture. Basta staccare una fogliolina e passarla sulla puntura per ottenere sollievo immediato.

Fonte immagine: foto di Ulrike Leone da Pixabay

Anna Tita Gallo

Anna Tita Gallo

Giornalista pubblicista e content manager. Scrive di comunicazione, Web, marketing, pubblicità, green economy, cronaca ambientale.

Anna Tita Gallo

Anna Tita Gallo

Giornalista pubblicista e content manager. Scrive di comunicazione, Web, marketing, pubblicità, green economy, cronaca ambientale.