Biocosì: il biopackaging intelligente

Un progetto sviluppato in collaborazione con l’Enea per produrre imballaggi 100% biodegradabili e compostabili

Intervista a Massimo Iannetta, agronomo e responsabile della Divisione “Biotecnologie e Agroindustria” di Enea, che ci presenta un progetto di valorizzazione degli scarti alimentari. Si tratta di sottoprodotti contenenti molecole di grande interesse per la cosmetica, la nutrizione, fino allo sviluppo di nuovi materiali per gli imballaggi, ad esempio.

Sapete che si può ricavare un imballaggio per il formaggio dagli scarti di lavorazione del formaggio stesso? Il progetto si chiama Biocosì

Leggi anche:
Unilever, svolta ambientale: entro 2025 dimezzerà imballaggi in plastica
L’imballaggio che nutre i pesci
Differenziata in panne

Sergio Ferraris

Sergio Ferraris

Giornalista scientifico e ambientale. E' Direttore Responsabile di People For Planet

Potrebbe interessarti anche

Sergio Ferraris

Sergio Ferraris

Giornalista scientifico e ambientale. E' Direttore Responsabile di People For Planet

Consigli per gli acquisti

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy