Casamonica: abbattono le loro stesse case abusive

Ecco chi è il clan più pericoloso di Roma

Mafia capitale ha risvegliato tante coscienze e istituzioni dormienti e dice quello che molti sapevano già: a Roma le mafie operano e fanno affari – Nello Trocchia

[…] «E nello scenario del territorio romano, diverso, per conformazione e politica, da tutti gli altri, volevo soffermarmi proprio su un clan autoctono, stabilito e radicato a Roma, che ha delle peculiarità interessanti. Un clan che, oltre a restare troppo spesso impunito, ha una caratteristica distintiva che lo unisce anche alle mafie straniere: la lingua. È un unicum che diventa essenziale quando i componenti di questa famiglia devono nascondere affari, contatti, relazioni e reati. I Casamonica parlano il sinti e lo incrociano con il dialetto, formando un codice incomprensibile anche per gli interpreti più bravi, impauriti, tra l’altro, dall’assenza di sicurezze e tutele. Questo clan è diventato una cassaforte impenetrabile: sono romani ma parlano straniero, decidono loro quando e come apparire, costruiscono edifici e acquistano case rendendo alcune vie della capitale inaccessibili e sorvegliate.»

In un sentenza del 26 gennaio 2013, il Gup del Tribunale di Roma scriveva che “si tratta di uno dei gruppi malavitosi più potenti e radicati nel Lazio, i cui affiliati dichiarano in forma costante, quasi indefettibile, un reddito inferiore alla soglia di povertà ma vivono in ambienti protetti da recinzioni, videocamere, vigilanza armata”.

Prima zingari, poi mafiosi. Estorsione, usura, intestazione fittizia di beni, spaccio di stupefacenti. L’operazione Gramigna del luglio 2018 aveva inferto un primo duro colpo al clan: 37 le ordinanze di custodia cautelare eseguite su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia per reati commessi con l’aggravante del metodo mafioso. Un’operazione della procura proseguita il 15 aprile scorso (Gramigna bis) con un altro schiaffo al sistema del clan: 23 misure cautelari emesse dal gip del Tribunale di Roma su richiesta della locale Direzione distrettuale Antimafia, nei confronti di altrettanti soggetti appartenenti alle famiglie Casamonica, Spada e Di Silvio.

 [L’articolo completo: Casamonica, ecco perché sono il clan più pericoloso di Roma (e lo sono da sempre) diMartina di Pirro su Linkiesta]

Cosa si dice in Italia? Approfondiamo:

Roma, dopo la prova di forza del Comune ora i Casamonica abbattono i loro stessi abusi edilizi: demolite due ville > I Casamonica ora si abbattono gli abusi edilizi da soli. A loro spese, senza attendere le ruspe del Comune di Roma. Due ville, una alla Romanina e l’altra a Capannelle (quadrante est della città) ridotte in macerie nel giro di 6 mesi, la cui demolizione è stata certificata dai verbali della Polizia di Roma Capitale. Un’altra dove le ruspe sono attualmente in azione. Una strana novità per la Capitale, dove il clan si è parecchio indebolito sotto i colpi degli arresti degli ultimi 2 anni, delle inchieste della procura di Roma, dei sequestri. A questi si aggiunge l’azione del Campidoglio e, soprattutto, del Municipio VII, con il blitz del novembre scorso al Quadraro e l’abbattimento di 8 villini intestati a Luciano Casamonica e ai suoi familiari diretti. Di certo, in 40 anni di contestazioni e ordinanze di demolizione notificate dal Municipio agli appartenenti del clan, pare non esserci notizia di auto-abbattimenti, specie nelle roccaforti come La Romanina. Se si tratta di casi isolati, di un cambio di strategia del clan per evitare clamori mediatici e multe salate o, semplicemente, del segno di un cambiamento di rotta, sarà solo il tempo a dirlo. Continua a leggere… [Fonte: ILFATTOQUOTIDIANO – Vincenzo Bisbiglia]

Casamonica, tra demolizioni e quartieri in mano al clan 

Le ruspe lavorano senza sosta per l’abbattimento delle otto villette abusive di alcuni esponenti dei Casamonica a Roma. Ma la guerra al clan e alle famiglie che gravitano loro intorno è solo iniziata. Spada, Spinelli e Bevilacqua hanno messo le mani su molti quartieri della Capitale, per lo più nella zona sud est, dalla Romanina a Porta Furba. Qui la tensione è altissima. E’ cosa ormai nota che Comune e Ministero dell’Interno siano pronti a entrare nella fase due: la demolizione di altri 50 edifici. Il racconto del nostro Fabio Trappolini. [Servizio di Agorà – RAI]

Presentazione del libro “Casamonica, la storia segreta. La violenta ascesa della famiglia criminale che ha invaso Roma” di Floriana Bulfon> Registrazione video del dibattito dal titolo “Presentazione del libro “Casamonica, la storia segreta. La violenta ascesa della famiglia criminale che ha invaso Roma” di Floriana Bulfon”, registrato a Roma lunedì 13 maggio 2019 alle 18:27. Guarda la diretta ufficiale… [Fonte: RADIORADICALE.IT]

Claudia Faverio

Claudia Faverio

Collabora con People For Planet come social media manager e content analyst

Claudia Faverio

Claudia Faverio

Collabora con People For Planet come social media manager e content analyst