Cashback, come riavere 3.300 euro dallo shopping

Nuovi dettagli dal decreto attuativo del piano del governo per la lotta all’evasione

Solo per il periodo sperimentale, ovvero dicembre, la soglia minima di operazioni da effettuare per avere un rimborso è di 10 pagamenti da massimo 150 euro l’uno, basta che si tratti di pagamenti con bancomat o carte. Lo prevede la bozza del decreto attuativo del piano del governo per la lotta all’evasione e gli incentivi alla diffusione dei pagamenti digitali, meglio nota come operazione “cashback”, ovvero rimborso. In seguito, per partecipare al programma serviranno minimo 50 transazioni a semestre. Previsti due super premi da 1.500 euro per i primi 100mila aderenti che totalizzeranno il maggior numero di pagamenti digitali.

Come funziona

Rimborso che sarà al 10% su un tetto di spesa complessiva di 1.500 euro al mese (il rimborso massimo raggiungile è di 3.300 euro in un anno) e come detto è legato all’uso dei pagamenti elettronici. Si parte il 1 dicembre, con appunto sole 10 operazioni, il cui importo singolo non dovrà superare i 150 euro.

Da gennaio poi, per partecipare al programma serviranno minimo 50 transazioni a semestre. Saranno previsti due super premi da 1.500 euro per i primi 100mila aderenti che totalizzeranno il maggior numero di pagamenti digitali. I primi rimborsi arriveranno super veloci: saranno addebitati sul conto corrente già entro il 28 febbraio 2021.

Dove iscriversi

Prima di tutto è necessario essere maggiorenni, scaricare la app “Io” della pubblica amministrazione o su eventuali altri sistemi messi a disposizione dagli operatori convenzionati con “PagoPa”, il sistema dei pagamenti a favore delle pubbliche amministrazioni e dei gestori di pubblici servizi in Italia, e fornire il proprio codice fiscale, gli estremi di una o più carte e l’Iban, perché i rimborsi arriveranno direttamente, come detto, sul nostro conto corrente.

Il programma partirà dai pagamenti di dicembre, che saranno oggetto di un rimborso ad hoc a febbraio, e prevede nuovi premi ogni sei mesi. L’adesione sarà «volontaria» e in ogni momento ci si potrà cancellare, perdendo però i punti accumulati. Una volta iscritti sulla piattaforma i pagamenti con carte e sistemi digitali saranno registrati per il calcolo del rimborso e per partecipare al premio speciale (super premio) per chi usa di più le carte.

Altri requisiti: essere maggiorenni residenti in Italia, e dichiarare che le carte registrate vengono utilizzate solo per acquisti al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, arte o professione.

La lotteria

Oltre ai 3.300 euro che potremmo riavere indietro dagli acquisti fatti con pagamenti elettronici, ci sarà anche la cosiddetta “lotteria degli scontrini”: a estrazione, ci saranno premi settimanali e un super premio finale da 50 milioni di euro (primo premio 5 milioni). Ad essere estratto sarà il codice dello scontrino elettronico.

Leggi anche:

Ikea ricompra i tuoi mobili usati (ma con troppi limiti)

Crowdfounding: senza banca si può

Michela Dell'Amico

Michela Dell'Amico

Giornalista, responsabile sezione Green per People For Planet. Ambiente, femminismo e mobilità i miei temi culto. I commenti sono solo miei

Potrebbe interessarti anche

Michela Dell'Amico

Michela Dell'Amico

Giornalista, responsabile sezione Green per People For Planet. Ambiente, femminismo e mobilità i miei temi culto. I commenti sono solo miei

Consigli per gli acquisti

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy