Chicza, il chewing gum che non c’era

Biodegradabile, biologico, vegano, etico, senza xilitolo, lattosio e glutine ma soprattutto senza plastica

I chewing gum sono fatti di vera e propria plastica. Per la precisione si tratta di un polimero derivato dal petrolio, mentre ciò che li rende elastici è il polisobutene, un lubrificante dannoso per l’ambiente non biodegradabile e altamente inquinante, unito a biossidi usati come coloranti, edulcoranti chimici usati come dolcificanti. Il problema ambientale riguarda anche le cicche sparse come chiazze nere sui marciapiedi, piazze e strade, mentre il costo per la rimozione è pari a dieci volte il costo del prodotto. Lo ha raccontato tra gli altri un film, uscito qualche anno fa al Festival CinemAmbiente di Torino.

Un’idea dal Messico

Un’idea alternativa arriva dal Messico, dove i chicleros messicani hanno riportato in auge il chicle Maya (Gomma 100% naturale) creando il loro chewing-gum Chicza. Fatto di lattice naturale estratto dagli alberi, bollito fino a renderlo elastico, Chicza rispetta il ritmo naturale degli alberi: la raccolta del lattice avviene solo ogni sei-sette anni, per dare loro il tempo di ricostruire la parte danneggiata. L’area di raccolta del lattice, quasi 1,3 milioni di ettari di foresta nello Yucatan, è stata certificata FSC (Forest Stewardship Council) per la gestione ragionata delle risorse naturali.

Il risultato è un’eccezione nel mondo altamente chimico del chewing gum: una pasta composta al 40% di gomma bio, profumata con essenze naturali di frutta, erbe e spezie, naturalmente biodegradabile. Mentre un classico chewing gum richiede diversi anni per scomparire ed è molto difficile rimuoverne il bitume, Chicza si decompone in poche settimane, come una foglia morta. Se ingerito, è un nutrimento per gli animali. Non è pericoloso per i cani, perché non contiene xilitolo.

Pluripremiati, vegan e molto altro

Premiati a Londra nel 2009 alla fiera del biologico, in soli 6 anni e mezzo Chicza ha ricevuto altri 26 riconoscimenti in Italia e all’estero.

Oltre alla certificazione biologica e biodegradabile al 100%, Chicza è anche senza glutine, senza lattosio, vegan e kosher.

Oltre a proteggere la nostra salute e l’ambiente, a contribuire attivamente al decoro urbano e alla salvaguardia degli animali, Chicza sostiene il lavoro delle comunità rurali del Messico.

Michela Dell'Amico

Michela Dell'Amico

Giornalista, responsabile sezione Green per People For Planet. Ambiente, femminismo e mobilità i miei temi culto. I commenti sono solo miei.

Potrebbe interessarti anche

Michela Dell'Amico

Michela Dell'Amico

Giornalista, responsabile sezione Green per People For Planet. Ambiente, femminismo e mobilità i miei temi culto. I commenti sono solo miei.

Consigli per gli acquisti

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy