Clima: la CO2 ha ridotto la stratosfera. A rischio le telecomunicazioni

Un mese fa l’annuncio dello spostamento dell’asse terrestre

L’attività dell’uomo e le emissioni di gas serra hanno ridotto di ben 400 metri lo spessore della stratosfera negli ultimi 40 anni. Se le emissioni non verranno significativamente tagliate, si perderà un altro chilometro entro il 2080. Il rischio più evidente? Sarebbe danneggiata l’operatività dei satelliti, il sistema Gps e le telecomunicazioni. Lo sostiene una ricerca internazionale condotta tra Germania, Austria, Spagna, Repubblica Ceca e Stati Uniti, e pubblicata sulla rivista Environmental Research Letters.

Perché succede

La stratosfera si trova fra i 20 e i 60 km dalla superficie terrestre. Sotto la stratosfera c’è la troposfera, in cui viviamo noi. Qui, l’anidride carbonica riscalda l’aria e la fa espandere spingendo verso l’alto il confine inferiore della stratosfera. Allo stesso tempo, i gas serra fanno raffreddare la stratosfera, e quindi la fanno restringere, perché assorbono calore e riducono la dispersione nello spazio del calore solare che arriva sulla terra.

Già spostato l’asse terrestre

La ricerca ha esaminato i dati dei satelliti dal 1980 ad oggi, ovvero da quando sono disponibili. La scoperta mostra il profondo impatto degli esseri umani sul pianeta. Nel mese di aprile, gli scienziati avevano già dimostrato che la crisi climatica ha spostato l’asse della Terra, così come il massiccio scioglimento dei ghiacciai sta ridistribuendo il peso del mondo in modi nuovi e dalle conseguenze sconosciute.

Lo studio è il primo a dimostrare i timori dei ricercatori, che sospettavano questo effetto. Un altro rischio legato a questo fenomeno sta nel fatto che lo strato di ozono che assorbe i raggi UV del sole si trova nella stratosfera.

LEGGI ANCHE:

Cambiamenti climatici e guerre, il legame è sempre più stretto

Clima, scoperto il caffè che reggerà al cambiamento. Ma è buono?

Michela Dell'Amico

Michela Dell'Amico

Giornalista, responsabile sezione Green per People For Planet. Ambiente, femminismo e mobilità i miei temi culto. I commenti sono solo miei

Potrebbe interessarti anche

Michela Dell'Amico

Michela Dell'Amico

Giornalista, responsabile sezione Green per People For Planet. Ambiente, femminismo e mobilità i miei temi culto. I commenti sono solo miei

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy