Como, assessore leghista getta la coperta di un clochard: “non me ne pento”

Chissà quale messaggio credeva di dare Angela Corengia, l’assessore leghista alle politiche sociali di Como, togliendo a un senzatetto uno dei pochi beni che possiede: la coperta. Coperta nemmeno fornito dal Comune, ma dalla Caritas e dai volontari che si occupano dei clochards. “Non mi sono pentita. Ma neanche per idea”. Raggiunta dalle telecamere di Fanpage.itquesto il video, illuminante quanto un trattato di sociologia – l’assessora ha rivendicato la sua azione, e anzi, si è giustificata dicendo di essere andata lì con tutta la gentilezza del caso a svegliare questi ragazzi e collaborare con loro”. Da quando sottrarre una coperta e buttarla significhi collaborare con la persona a cui si sottrae l’oggetto è un mistero. Di gentilezza, poi, nel video girato da un astante che ha ripreso la scena, neanche l’ombra. Il gesto, per chi si ricorda, nonostante la sovraesposizione di notizie ormai abbia ridotto la memoria collettiva e individuale, ricorda il gesto di Paolo Polidoro, vicesindaco di Trieste, quando, in pieno inverno, a gennaio 2019, aveva preso e gettato (sbagliando cassonetto) la coperta di un clochard in nome del decoro della città. L’anno prima, il 16 gennaio 2018, in un tripudio di esclamativi in Caps Lock aveva annunciato urbi et orbi via Facebook:

Ho proprio le palle piene di decenni di devastante deculturalizzazione “politically correct”!!!! È giunta l’ora che in quelli prossimi si ritrovino gli equilibri! A tutti i livelli!!
Il sonno della ragione genera mostri… di sinistra!
Quindi… SVEGLIAMOCI!!!!
Orgoglioso di essere di razza bianca!!!
SCRIVETELO ANCHE VOI!!!

Le stime Istat parlano di 50.724 persone in Italia senza fissa dimora, di cui 7.709 soltanto nella capitale, anche se a sentire parlare di chi opera nel settore, i numeri ufficiali sarebbero inferiori rispetto alla realtà. “Noi che operiamo nelle zone intorno alla Stazione di Termini – aveva dichiarato in un’intervista a Fanpage.it Alessandro Radicchi, presidente di  Binario 95, cooperativa sociale e centro polivalente per persone senza fissane – abbiamo contate 20mila di persone senza dimora”.  

Sempre nei giorni scorsi, il questore di Cuneo, Emanuele Ricifari, dichiarava a un giornale locale: “chi verrà visto aiutare un clochard verrà denunciato”. Il questore ha così commentato l’ordinanza antidegrado firmata dal sindaco di Cuneo, Federico Borgna:

“Le misure per la sicurezza urbana da cui ha preso spunto l’ordinanza sono contenute nel decreto Minniti del 2017 e adottate dai Comuni di Bologna, Reggio Emilia, Modena e Rimini: non è una legge di destra o di sinistra, ma che prova a risolvere i problemi”.

Già, risolvere i problemi. I loro.

Stela Xhunga

Stela Xhunga

Scrive per People for Planet e per riviste e quotidiani, sia digitali che cartacei, tra cui Fanpage, Fondazione per la critica sociale, Il Manifesto, Il Reportage, Minima&Moralia. È collaboratrice della Radio Televisione Svizzera.

Potrebbe interessarti anche

Stela Xhunga

Stela Xhunga

Scrive per People for Planet e per riviste e quotidiani, sia digitali che cartacei, tra cui Fanpage, Fondazione per la critica sociale, Il Manifesto, Il Reportage, Minima&Moralia. È collaboratrice della Radio Televisione Svizzera.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy