Con l’aumento dei livelli di inquinamento, aumenta anche la depressione: lo studio

Con l’aumento dei livelli di inquinamento, aumenta anche la depressione: lo studio

Secondo gli scienziati, ridurre i livelli di inquinamento potrebbe aiutare a ridurre i tassi di problemi di salute mentale

I piccoli aumenti dell’esposizione delle persone all’inquinamento atmosferico sono collegati a un aumento significativo di disturbi quali depressione e ansia, secondo il primo studio di questo tipo condotto sugli adulti del Regno Unito.

I ricercatori hanno scoperto che un aumento incrementale del biossido di azoto, in gran parte prodotto dai veicoli diesel, ha aumentato il rischio di disturbi mentali comuni del 39%. Per l’inquinamento da particelle minuscole, che proviene dalla combustione di combustibili e dalla polvere di freni e pneumatici, il rischio aumenta del 18%.

Gli scienziati hanno anche scoperto che i soggetti che vivono in luoghi con livelli più elevati di inquinamento da particelle hanno il doppio delle probabilità di incorrere in problemi di salute mentale rispetto alle persone che vivono nelle aree meno inquinate.

Ovviamente, anche altri fattori influiscono sulla salute mentale degli individui, come, ad esempio, la genetica e le esperienze infantili, ma i ricercatori hanno aggiunto che, a differenza di questi ultimi, l’inquinamento atmosferico potrebbe essere prevenuto.

Lo studio

Lo studio ha seguito più di 1.000 adulti nel sud-est di Londra per cinque anni, ma i risultati sono rilevanti per città e paesi di tutto il mondo. 

Nel Regno Unito, quasi tutte le aree urbane hanno livelli di inquinamento da particelle superiori alle linee guida dell’Organizzazione mondiale della sanità e, in tutto il mondo, il 90% delle persone respira aria sporca.

L’inquinamento atmosferico non è l’unico fattore che può avere un impatto sulla presenza di disturbi mentali, ma è prevenibile“, ha detto il dottor Ioannis Bakolis, docente al King’s College di Londra che ha guidato la ricerca. “L’introduzione di misure per ridurre l’inquinamento atmosferico può rappresentare una misura di salute primaria rara e potenzialmente di impatto per la prevenzione dei disturbi psichiatrici“.

Secondo lo studio, i tassi di disturbi della salute mentale sono più elevati nelle aree urbane, a causa della mancanza di spazi verdi. 

Ricerche recenti hanno collegato l’aria sporca all’aumento dei suicidi e hanno indicato che crescere in luoghi inquinati aumenta il rischio di disturbi mentali. Altre ricerche hanno scoperto che l’inquinamento atmosferico provoca una riduzione “enorme” dell’intelligenza ed è collegato alla demenza. Una revisione globale del 2019 ha concluso che l’inquinamento atmosferico potrebbe danneggiare ogni organo del corpo umano.

La metodologia utilizzata

La ricerca guidata da Bakolis è stata pubblicata sulla rivista Social Psychiatry and Psychiatric Epidemiology e ha utilizzato questionari standard per valutare la salute mentale delle persone nei quartieri londinesi di Southwark e Lambeth nell’arco di cinque anni. 

Ha utilizzato i dati sugli individui per tenere conto di fattori tra cui età, stato socioeconomico, privazione del vicinato e frequenza del bere, fumare e fare esercizio.

Lo studio ha anche tenuto conto dei livelli di rumore, che possono essere difficili da separare dall’inquinamento atmosferico perché il traffico influenza entrambi.

La prof. Anna Hansell, dell’Università di Leicester, ha affermato che la ricerca è stata interessante e condotta con attenzione. Ha anche affermato che sono necessari ulteriori studi utilizzando diverse tecniche statistiche per confermare i risultati.

Tuttavia, ci sono già motivi urgenti per ridurre l’inquinamento atmosferico a causa della sua associazione con malattie croniche e morti premature“, ha dichiarato Hansell. Ha aggiunto che l’esercizio fisico regolare, anche in luoghi inquinati, apporta benefici alla salute mentale e fisica.

Fonte: The Guardian

Leggi anche:
Inquinamento, lo smog aumenta il rischio di cancro al cervello fino al 50%
Se l’inquinamento aumenta, la memoria invecchia
Inquinamento atmosferico: è il “nuovo tabacco”

Maria Grazia Cantalupo

Maria Grazia Cantalupo

Social Media Manager di People For Planet

Potrebbe interessarti anche

Maria Grazia Cantalupo

Maria Grazia Cantalupo

Social Media Manager di People For Planet

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy