Discoteche Covid People For Planet

Coronavirus, discoteche e rientri dall’estero: manca il senso del ridicolo

Serve un medico, ma bravo.

Il grottesco balletto delle responsabilità sulle discoteche e i vincoli sui rientri solo da alcuni paesi: il Coronavirus ringrazia.

Le discoteche

Il governo: “se la situazione del contagio peggiora, ordineremo la chiusura delle discoteche (quando? Alla fine dell’estate quando chiuderanno comunque?)

Alcune regioni: “discoteche sì, ma con la mascherina o ballando a due metri di distanza, a meno che non si sia congiunti” (ma fanno sul serio? Gli assessori regionali hanno mai messo piede in una discoteca?)

La sindaco di Riccione:abbiamo il tutto esaurito, c’è chi vuole sabotare l’economia della nostra città limitando le discoteche” (mentre invece va bene sabotare la salute pubblica, sindaco?)

I proprietari della discoteca il Muretto di Jesolo, una delle più famose e frequentate, sotto l’onda delle polemiche per i super-assembramenti nel locale fino all’alba decidono di chiudere e lo comunicano parlando di “clima di avversione e di attacco mirato…in grado di reprimere la libera impresa” (eh sì, non lo sapevamo ma in Italia esistono i gulag per i proprietari delle discoteche…)

Il video di Antenna 3 su Il Muretto di Jesolo

Paesi sì, paesi no…

Dalla pagina Facebook di Fabio Avallone: Tizio torna a Napoli da una vacanza in Grecia (250 contagi ieri): nemico del popolo, importa il virus.

Caio viene a Ischia dalla Lombardia (522 contagi ieri in Italia): eroe che fa girare l’economia nazionale.

Io credo che serva un medico. Ma bravo.

AGGIORNAMENTO:
Seppure in ritardo, superando le resistenze di alcune regioni e dei proprietari dei locali notturni, il governo ha deciso di chiudere le discoteche.
Ha disposto anche l’obbligo della mascherina all’aperto nei luoghi della movida dalle 18 alle 6.

Foto di Neal E. Johnson

Bruno Patierno

Bruno Patierno

Mi occupo di marketing e di comunicazione. L’impresa più folle e istruttiva è stata fare l’Assessore a Napoli. Attualmente il mio maggiore interesse professionale è coordinare assieme all’amico Jacopo Fo il Gruppo Atlantide e in mezzo a questo c’è anche fare il project designer di People For Planet. Ne sono molto orgoglioso.

Potrebbe interessarti anche

Bruno Patierno

Bruno Patierno

Mi occupo di marketing e di comunicazione. L’impresa più folle e istruttiva è stata fare l’Assessore a Napoli. Attualmente il mio maggiore interesse professionale è coordinare assieme all’amico Jacopo Fo il Gruppo Atlantide e in mezzo a questo c’è anche fare il project designer di People For Planet. Ne sono molto orgoglioso.

Consigli per gli acquisti

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy