Se nella tua zona non ci sono negozi con frutta e verdura fresca a prezzi modici vuol dire che vivi in un deserto alimentare. Disegno di Armando Tondo, novembre 2018.

Cosa sono i Deserti Alimentari?

Più di un milione di abitanti del Regno Unito vive in contesti urbani degradati anche sotto il profilo “alimentare”

Secondo uno studio della Social Market Foundation, in Gran Bretagna un milione e 200mila persone vive in un contesto urbano detto “deserto alimentare”.
Si tratta di periferie o zone extraurbane dove la povertà, la carenza di trasporto pubblico e la mancanza di supermercati e negozi limitano gravemente l’accesso a frutta, verdura e prodotti alimentari freschi, di qualità (ad esempio da agricoltura biologica) e a prezzi accessibili.
Lo studio rivela che il 41% delle persone che vive in questi contesti non ha l’auto di proprietà e quindi si trova impossibilitata agli spostamenti per andare a fare la spesa.
Per dare qualche coordinata: negli Stati Uniti si parla di “Food Desert” quando il primo supermercato è oltre i due km di distanza da casa, con punte, in alcune zone degli Usa, di 10 miglia, 16 km.
Avere il primo supermercato a 16 km di distanza favorirebbe un’alimentazione poco corretta, dicono diversi studi sul problema. In queste aree spopolano infatti i fast food del cibo a basso costo e piove sul bagnato…

Le possibili soluzioni
A Chicago, nel 2011, è partito il progetto “Fresh Moves Mobile Markets”, autobus trasformati in botteghe ambulanti che raggiungono le zone più isolate della città. Solo nel primo anno di attività sono stati serviti 11mila clienti.
Un’altra soluzione è costituita dagli orti e dalle fattorie urbane, che si stanno diffondendo sempre di più e che possono essere create su terreni abbandonati e da riqualificare.

 

Immagine copertina di Armando Tondo

Commenta con Facebook
Simone Canova

Simone Canova

Scrittore, ricercatore, grafico, autore di “Cacao, il quotidiano delle buone notizie”, webmaster dei siti del circuito di Alcatraz/Jacopo Fo. E’ Coordinatore della redazione centrale di People For Planet.

commenta

Simone Canova

Simone Canova

Scrittore, ricercatore, grafico, autore di “Cacao, il quotidiano delle buone notizie”, webmaster dei siti del circuito di Alcatraz/Jacopo Fo. E’ Coordinatore della redazione centrale di People For Planet.