Cosa sono i Migrantour, alla scoperta dei quartieri multiculturali accompagnati da chi li abita

Cosa sono i Migrantour, alla scoperta dei quartieri multiculturali accompagnati da chi li abita

Un modo autentico e solidale per conoscere la propria città

Visitare zone delle città popolate da “nuovi italiani” guidati da accompagnatrici (spesso sono donne) che le vivono ogni giorno. Una forma di turismo responsabile, Migrantour, per comprendere il valore del multiculturalismo.

Si chiamano Migrantour e sono diffusi in Italia e in Europa ormai da 10 anni: non si tratta delle solite visite guidate nelle nostre belle città d’arte ma di brevi tour in zone mirate dalle caratteristiche uniche. Si va infatti alla scoperta di quartieri conosciuti per l’importante presenza di cittadini stranieri e lo si fa guidati da un’accompagnatrice interculturale che è essa stessa parte della comunità ed è quindi in grado di facilitare la comprensione e la relazione con questi “nuovi italiani”. Un’esperienza arricchente che stupisce e regala la bellezza di un nuovo sguardo.

Cosa sono i Migrantour, alla scoperta dei quartieri multiculturali accompagnati da chi li abita

Cosa sono i Migrantour, alla scoperta dei quartieri multiculturali accompagnati da chi li abita

Visitare zone delle città popolate da “nuovi italiani” guidati da accompagnatrici (spesso sono donne) che le vivono ogni giorno. Una forma di turismo responsabile, Migrantour, per comprendere il valore del multiculturalismo.

Si chiamano Migrantour e sono diffusi in Italia e in Europa ormai da 10 anni: non si tratta delle solite visite guidate nelle nostre belle città d’arte ma di brevi tour in zone mirate dalle caratteristiche uniche. Si va infatti alla scoperta di quartieri conosciuti per l’importante presenza di cittadini stranieri e lo si fa guidati da un’accompagnatrice interculturale che è essa stessa parte della comunità ed è quindi in grado di facilitare la comprensione e la relazione con questi “nuovi italiani”. Un’esperienza arricchente che stupisce e regala la bellezza di un nuovo sguardo.

10 anni di Migrantour, la storia di un progetto di civiltà e comprensione

Migrantour è un modo autentico e solidale per conoscere la propria o un’altra città attraverso gli occhi di chi abita e conosce quei quartieri che spesso vengono considerati “difficili” e, proprio per questo, sono poco frequentati e realmente vissuti dal resto dei cittadini. Per parlarci di questo consolidato progetto, abbiamo incontrato Rosina Chiurazzi Morales, responsabile per Migrantour dei Progetti di Torino, alla quale abbiamo chiesto come siano nati i Migrantour. “Il progetto è nato a Torino nel 2009 grazie a una cooperativa sociale, Viaggi solidali, che si occupa di turismo responsabile – aderisce infatti ad Aitr, associazione italiana turismo responsabile – insieme a due ong Acra e Oxfam Italia. Il primo itinerario che a quei giorni viene pensato è quello di Porta Palazzo a Torino, una zona dove era ed è tutt’oggi evidente la componente multiculturale. Tutto è scaturito pensando a ciò che accade comunemente: infatti in genere quando si viaggia lontano, per esempio in Asia o in America latina, si ha voglia di conoscere altre persone e nuove culture. Poi invece, quando si incontrano in Italia altre etnie, cittadini di diverse nazionalità, che sono magari i nostri vicini di casa o i proprietari dei negozi dei nostri stessi quartieri, raramente si ha la stessa curiosità di interagirvi, di conoscerli. È quindi davvero un concetto molto semplice quello da cui siamo partiti per il nostro progetto: le persone migrano da sempre e continueranno a farlo. Per quanto ci riguarda la migrazione è arricchente a livello culturale, sociale e anche economico e la componente multiculturale in una società, sempre più frequentemente e numericamente presente, è un vantaggio e Migrantour è il nostro modo per farlo comprendere.

Continua a leggere su LIFEGATE.IT

Guarda il video che abbiamo realizzato sui Migrantour a Napoli

Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Il meglio del Web selezionato per te!

Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Il meglio del Web selezionato per te!