Covid-19, a Milano e Torino il virus presente già a dicembre

A scoprirlo uno studio Iss condotto sulle acque di scarico

A Milano e a Torino il nuovo coronavirus Sars-Cov-2, responsabile dell’infezione Covid-19, era presente già a dicembre. A scoprirlo uno studio dell’Istituto superiore di sanità in via di pubblicazione realizzato attraverso l’analisi di acque di scarico raccolte in tempi antecedenti al manifestarsi del Covid-19 nel nostro Paese. I campioni prelevati nei depuratori di centri urbani del nord Italia sono stati utilizzati quindi come ‘spia’ della circolazione del virus nella popolazione.

Esaminati 40 campioni di acque reflue

“Lo studio – spiega Giuseppina La Rosa del Reparto di Qualità dell’Acqua e Salute del Dipartimento di Ambiente e Salute dell’Istituto Superiore di Sanità, che ha condotto lo studio in collaborazione con Elisabetta Suffredini del Dipartimento di Sicurezza Alimentare, Nutrizione e Sanità pubblica veterinaria – ha preso in esame 40 campioni di acque reflue raccolti da ottobre 2019 a febbraio 2020, e 24 campioni di controllo per i quali la data di prelievo (settembre 2018 – giugno 2019) consentiva di escludere con certezza la presenza del virus. I risultati, confermati nei due diversi laboratori con due differenti metodiche, hanno evidenziato presenza di Sars-Cov-2 nei campioni prelevati a Milano e Torino il 18/12/2019 e a Bologna il 29/01/2020. Nelle stesse città sono stati trovati campioni positivi anche nei mesi successivi di gennaio e febbraio 2020, mentre i campioni di ottobre e novembre 2019, come pure tutti i campioni di controllo, hanno dato esiti negativi”.

Rete di sorveglianza sul virus

Questa ricerca può contribuire a comprendere l’inizio della circolazione del virus in Italia. “In questo senso – conclude Lucia Bonadonna, direttrice del Dipartimento di Ambiente e salute dell’Istituto superiore di sanità – abbiamo presentato una proposta di azione al ministero della Salute per l’avvio di una rete di sorveglianza su Sars-Cov-2 in reflui, e già a luglio avvieremo uno studio pilota su siti prioritari individuati in località turistiche”.

Leggi anche: Covid-19, trovate tracce in acque di scarico: “Utili per individuare nuovi focolai”
Covid-19 nell’acqua di Parigi, ma “inutile scegliere quella in bottiglia”

Miriam Cesta

Miriam Cesta

Giornalista professionista, collabora con diverse testate dedicate al mondo della salute, della medicina e del benessere.

Potrebbe interessarti anche

Miriam Cesta

Miriam Cesta

Giornalista professionista, collabora con diverse testate dedicate al mondo della salute, della medicina e del benessere.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy