Covid-19, ci si può distanziare in spiaggia solo pagando?

Ciao povery

Se l’andamento dei contagi è in forte aumento e preoccupa gli esperti tutti hanno – e giustamente – accusato la scelta di riaprire le discoteche al chiuso, a scapito della tranquillità di poter riaprire adesso le scuole.

Qualche responsabilità ce l’ha forse anche il fatto che l’Italia sia – e sia rimasta nonostante tutto – l’unico Stato europeo con oltre il 50% delle spiagge a gestione privata. Inoltre, paradossalmente proprio a “causa del coronavirus” molte amministrazioni cittadine hanno ristretto l’accesso alle spiagge private e molti stabilimenti hanno aumentato a dismisura i prezzi.

Il risultato l’abbiamo vissuto in molti e lo si legge nella foto, scattata questa mattina alle 9.30 su una delle pochissime spiagge libere di Marina di Massa (Ms).

Leggi anche:

Lo scandalo delle spiagge private italiane

Coronavirus, discoteche e rientri dall’estero: manca il senso del ridicolo

Covid-19, nuovo aumento dei contagi. Età media 30 anni. L’Umbria la più colpita

Michela Dell'Amico

Michela Dell'Amico

Giornalista, responsabile sezione Green per People For Planet. Ambiente, femminismo e mobilità i miei temi culto. I commenti sono solo miei

Potrebbe interessarti anche

Michela Dell'Amico

Michela Dell'Amico

Giornalista, responsabile sezione Green per People For Planet. Ambiente, femminismo e mobilità i miei temi culto. I commenti sono solo miei

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy