Covid-19: fortemente sconsigliato assumere antinfiammatori

Moment, Oki e tutti i cortisonici hanno mostrato di peggiorare la condizione di chi si ammala di Coronavirus

AGGIORNATO AL 19 marzo 2020

In caso di sintomatologia, meglio scegliere farmaci a base di paracetamolo – come la tachipirina – piuttosto che farmaci a base di ibuprofene – come il Moment o l’Oki o il Nurofen, i cosiddetti FANS. No anche ai farmaci a base di cortisone.

Sono le indicazioni che circolano negli ospedali francesi e svizzeri, perché gli antinfiammatori potrebbero poi – in caso di contagio successivo al Coronavirus o se si è già contagiati mentre li si assume – far peggiorare il decorso della malattia. Tuttavia, l’Agenzia europea per i medicinali (Ema) specifica: “Attualmente non vi sono prove scientifiche che stabiliscano una correlazione tra l’ibuprofene e il peggioramento del decorso della malattia da COVID-19. L’Ema sta monitorando attentamente la situazione e valuterà tutte le nuove informazioni che saranno disponibili su questo problema nel contesto della pandemia”. L’Agenzia europea lo ha fatto sapere in un comunicato.   

Le indicazioni dal governo francese

L’indicazione precauzionale era partita da Twitter, dove il Ministro della Salute francese aveva scritto: «Prendere anti-infiammatori (ibuprofene, cortisone…) potrebbe essere un fattore aggravante dell’infezione. In caso di febbre, prendete paracetamolo. Se siete già sotto anti-infiammatori o in caso di dubbio, chiedete consiglio al vostro medico».

E anche se non si è ammalati ma si vuole combattere ad esempio un mal di testa, meglio la tachipirina «che rispetta maggiormente la salute del fegato, e quindi – in caso di contagio successivo – lascia meno compromesso un organo poi molto stressato durante il corso della malattia», ci spiega uno pneumologo del Niguarda di Milano.

Anche l’ospedale di Losanna consiglia la stessa cosa. Mentre qui il Guardian spiega che secondo gli esperti gli antinfiammatori abbassano in generale le difese immunitarie.

Non più farmaci da banco

Il governo francese valuta il rischio dell’assunzione di antinfiammatori così alto, con o senza epidemia di Coronavirus, che – come riporta Fanpage.it – da gennaio 2020 l’ibuprofene è acquistabile oltralpe soltanto dietro presentazione di apposita ricetta medica.

Leggi anche:
Covid-19: Quando sarà pronto un vaccino contro il coronavirus?Indice quotidiano del Web antivirus – 2 –

Michela Dell'Amico

Michela Dell'Amico

Giornalista scientifica appassionata di ambiente

Potrebbe interessarti anche

Michela Dell'Amico

Michela Dell'Amico

Giornalista scientifica appassionata di ambiente

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy