Vacino Ricco Covid people for planet

Covid-19: I ricchi che cercano di farsi vaccinare prima saltando la fila

Quando anche il vaccino diventa un privilegio

Negli USA…

“Il vaccino Covid-19 è arrivato, e i ricchi lo vogliono per primi “, scrive il Los Angeles Times. “Offrono decine di migliaia di dollari in contanti, convincono le loro segretarie a molestare i medici giorno per giorno e chiedono se una donazione a cinque cifre a un ospedale potrebbe metterli in prima linea tra quanti lo riceveranno”.

In California il dottor Ehsan Ali, capo del Beverly Hills Concierge Doctors che garantisce ai clienti ricchi un accesso privilegiato alle cure mediche, afferma di ricevere centinaia di chiamate ogni giorno. 

Ma, ha detto al LA Times, “questa è la prima volta che non sono stato in grado di ottenere qualcosa per i miei pazienti”.

Il dottor Jeff Toll lavora per il Cedars-Sinai Medical Center, uno dei primi ospedali a ricevere dosi di vaccino. Ricorda una chiamata di un paziente:

“Se dò 25.000 dollari a Cedars, questo mi aiuterà a saltare la coda? “

“Il dottor Toll ha dovuto rispondere negativamente”, riporta il Los Angeles Times.

Nel Regno Unito…

Anche dall’altra parte dell’Oceano Atlantico, nel Regno Unito, alcuni stanno tentando la fortuna. “Ho un cliente che mi ha detto: “Ti darò 2.000 sterline per il vaccino”, racconta al Sunday Times il dottor Roshan Ravindran, proprietario di Klnik, una clinica privata a Wilmslow, a sud Manchester. La città fa parte del “Cheshire Golden Triangle”, uno dei luoghi più esclusivi del paese.

Per ora, scrive il Times nella sua edizione domenicale, “non si può fare il vaccino se non tramite il NHS”, il sistema sanitario pubblico.

Ma ciò non impedisce ai pazienti facoltosi di rinnovare quotidianamente le loro richieste alle cliniche private per scoprire come aggirare la distribuzione programmata e avere il vaccino prima .

Una tendenza all’opera su scala planetaria.

Tra sei mesi i vaccini saranno disponibili privatamente.

In tutto il mondo, finora solo i governi sono stati in grado di procurarsi i vaccini. “Ma non sarà sempre così”, scrive The Sunday Times. “Si prevede che entro sei mesi i vaccini saranno disponibili privatamente “. 

Il dottor Ravindran ritiene a quel punto e iniezioni potranno essere fatturate nel Regno Unito per “10.000, 15.000 o 20.000 sterline”.

Il rischio del mercato nero.

Alcuni si rifiuteranno di aspettare sei mesi o più per essere vaccinati. Quindi, teme il Los Angeles Times, potrebbe svilupparsi un mercato nero. “Soprattutto se le persone con buoni collegamenti nel settore sanitario riusciranno a rubare qualche dose qua e là per amici, parenti o per il miglior offerente.”

Paesi ricchi e paesi poveri

Ma, commenta il Washington Post, vedere i benestanti saltare la fila per farsi vaccinare rapidamente e quindi ampliare ulteriormente le disuguaglianze “è anche una tendenza su scala globale”. 

I paesi ricchi, che rappresentano il 14% della popolazione mondiale, hanno rilevato “il 96% dei vaccini Pfizer e il 100% di Moderna, secondo lo studio Oxfam”. E per questo, il Washington Post parla di “fallimento morale”, “miliardi di poveri che vivono in paesi più svantaggiati non avranno, si stima, accesso al vaccino per anni”.

Foto di Cda Renfroe

Bruno Patierno

Bruno Patierno

Mi occupo di marketing e di comunicazione. L’impresa più folle e istruttiva è stata fare l’Assessore a Napoli. Attualmente il mio maggiore interesse professionale è coordinare assieme all’amico Jacopo Fo il Gruppo Atlantide e in mezzo a questo c’è anche fare il project designer di People For Planet. Ne sono molto orgoglioso.

Potrebbe interessarti anche

Bruno Patierno

Bruno Patierno

Mi occupo di marketing e di comunicazione. L’impresa più folle e istruttiva è stata fare l’Assessore a Napoli. Attualmente il mio maggiore interesse professionale è coordinare assieme all’amico Jacopo Fo il Gruppo Atlantide e in mezzo a questo c’è anche fare il project designer di People For Planet. Ne sono molto orgoglioso.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy