Covid-19: In diminuzione ricoveri e terapie intensive

Lo comunica il capo della Protezione civile Borrelli, precisando: “Dobbiamo mantenere alte le misure, basta nulla per riavviare il contagio”

“Almeno dal 27 marzo assistiamo a una riduzione degli incrementi per quanto riguarda ricoverati e terapie intensive”. Lo ha detto ieri pomeriggio il capo del Dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli, commentando i dati dell’ultimo bollettino diramato dalla Protezione civile nel consueto appuntamento delle 18. In particolare ieri le terapie intensive hanno fatto conteggiare un aumento, rispetto al giorno prima, di sole 18 persone in più. “Non so dirvi se abbiamo iniziato la decrescita – ha affermato – dico che dobbiamo mantenere alte le misure, i comportamenti, basta un nulla per creare meccanismi repentini di riavvio del contagio. Preferisco rimanere con i piedi per terra“.

Leggi anche:
Covid 19, via libera del ministero dell’Interno alle passeggiate con i bambini
Covid-19, i genitori chiedono un’ora d’aria per i bambini. Ma gli esperti si dividono

I dati della protezione civile

Secondo i dati diffusi dalla Protezione civile anche l’aumento dei ricoveri dei malati con sintomi per nuovo coronavirus negli ospedali è in diminuzione: l’incremento rispetto all’altro ieri è stato di 137 casi, mentre in precedenza era stato di 211. Il 61% del totale dei contagiati è in isolamento domiciliare senza sintomi o con sintomi lievi, numero cresciuto anche percentualmente, e si riduce il numero degli ospedalizzati.

Ieri pomeriggio complessivamente i malati di coronavirus in Italia risultavano essere 83.049, con un incremento rispetto a mercoledì 1 aprile di 2.477 (l’incremento precedente, quello registrato tra martedì 31 marzo e mercoledì 1 aprile, era stato di 2.937). Il numero complessivo dei contagiati – comprese le vittime e i guariti – è di 115.242. 

Sembrano essere in aumento anche i guariti: a ieri risultano essere 18.278 le persone guarite in Italia dopo aver contratto il nuovo coronavirus, 1.431 in più del giorno precedente, mentre l’aumento dei guariti registrato tra il 31 marzo e il 1 aprile era stato di 1.118.  

Miriam Cesta

Miriam Cesta

Giornalista professionista, collabora con diverse testate dedicate al mondo della salute, della medicina e del benessere.

Potrebbe interessarti anche

Miriam Cesta

Miriam Cesta

Giornalista professionista, collabora con diverse testate dedicate al mondo della salute, della medicina e del benessere.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy