Covid-19, Roma chiude le aree gioco e fa benissimo

Milano invece le apre senza sanificarle

Virginia Raggi ha deciso di non riaprire i parchi gioco o le aree gioco dei bambini perché “non è possibile sanificare tutto nell’immediato”. Scattano furibonde le proteste dei genitori che promettono di vigilare e pulire con i propri mezzi tutto quanto, pur di riportare i pargoli sullo scivolo. Ma la sindaca della capitale sta solo rispettando le regole che, invece, ad esempio, il sindaco di Milano Beppe Sala, a sua stessa voce, rimanda. Tutte le aree gioco milanesi sono infatti aperte e fruibili da lunedì scorso, nonostante il decreto avesse ammesso questa possibilità solo previa sanificazione e controlli quotidiani.

Lo spiega lo stesso Beppe Sala nell’ultimo video “facciamo chiarezza” indirizzato ai milanesi.

In un’area ben più esposta al rischio contagi covid-19 rispetto a Roma, ovvero Milano, città che se tutto dovesse procedere benissimo uscirà dall’incubo covid solo a metà agosto, ultima d’Italia, Sala dice: “Di aree gioco ce ne seno centinaia. Il Dpcm ce ne chiede la sanificazione quotidiana e una supervisione costante: non è semplice e su questo tutti i sindaci concordano”.

La soluzione? Tenerli aperti senza sanificarli, ma facendo anche un po’ di polemica con il governo.

Continua infatti Sala: “E poi, la sanificazione quotidiana: perché per le aree gioco e non per le panchine per esempio?” Mah, forse perché nelle aree gioco si concentra la massa di quei bambini che i virologi hanno indicato da più parte come feroce e silente mezzo di contagio con i nonni? Poi Sala rincara la lagna che, se si devono rispettare regole così stringenti, “sono molto preoccupato per la summer school”, ovvero il progetto di riapertura estiva delle scuole. Come faranno le mamme e i papà milanesi, con queste regole severe, a tornare finalmente in ufficio?

Leggi anche:
Anziani: “Continuare il lockdown e non vedere i nipoti” Basta soldi pubblici a chi inquina

Michela Dell'Amico

Michela Dell'Amico

Giornalista, responsabile sezione Green per People For Planet. Ambiente, femminismo e mobilità i miei temi culto. I commenti sono solo miei.

Potrebbe interessarti anche

Michela Dell'Amico

Michela Dell'Amico

Giornalista, responsabile sezione Green per People For Planet. Ambiente, femminismo e mobilità i miei temi culto. I commenti sono solo miei.

Consigli per gli acquisti

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy