Covid-19: sì dell’Aifa a sperimentazione tocilizumab su 330 pazienti

Il farmaco contro l’artrite reumatoide sembra dare risultati promettenti

Partirà domani la sperimentazione su 330 pazienti affetti dal nuovo coronavirus Covid-19 del farmaco tocilizumab, l’anticorpo monoclonale utilizzato per il trattamento dell’artrite reumatoide. L’annuncio è stato dato da Nicola Magrini, il direttore dell’Aifa, l’Agenzia italiana del farmaco, durante la conferenza stampa della Protezione civile di ieri: “Annunciamo la sperimentazione del tocilizumab, farmaco per l’artrite reumatoide; i dati preliminari sono promettenti. Lo studio sarà su 330 pazienti e partirà giovedì per valutare l’impatto del farmaco”, ha detto Magrini.

Leggi anche: Covid-19: l’aiuto arriva da un farmaco contro l’artrite

Risultati promettenti

Già impiegato in via sperimentale in Cina e su alcuni pazienti italiani contro le complicazioni a livello polmonare causate dal nuovo coronavirus, questo principio attivo ha dato buoni risultati portando in alcuni casi a un miglioramento della sintomatologia polmonare già nelle prime 24-48 ore dopo la somministrazione.

Aumentano i malati, ma anche i guariti

Intanto i malati di coronavirus in Italia hanno superato quota 26 mila. Il numero complessivo dei contagiati – comprese le vittime e i guariti – ha superato il 3500. In 24 ore si sono registrati quindi 2989 malati in più, il maggior numero dall’inizio dell’emergenza, ma è aumentato anche il numero dei guariti: sono 2.941.

Leggi anche: Covid-19: «Quando finirà? A giugno, ma…» Esclusivo: parla l’infettivologo

Miriam Cesta

Miriam Cesta

Giornalista professionista, collabora con diverse testate dedicate al mondo della salute, della medicina e del benessere.

Potrebbe interessarti anche

Miriam Cesta

Miriam Cesta

Giornalista professionista, collabora con diverse testate dedicate al mondo della salute, della medicina e del benessere.

Consigli per gli acquisti

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy