Covid 19, via libera del ministero dell’Interno alle passeggiate con i bambini

Lo chiarisce una circolare diramata oggi. Ecco a quali condizioni

Passeggiare con i bambini per consentire loro di prendere un po’ d’aria fuori dalle mura domestiche è consentito. A patto, però, che i bambini siano minorenni, che siano accompagnati da una sola persona, che non ci si allontani da casa e che si rispetti il divieto di assembramento rimanendo ad almeno un metro di distanza da ogni altra persona che potrebbe eventualmente essere incontrata. A precisarlo è una circolare (scaricabile qui) che riguarda anche l’accompagnamento di anziani e inabili, firmata questo pomeriggio dal capo di gabinetto del ministro dell’Interno.

Leggi anche: Covid-19, i genitori chiedono un’ora d’aria per i bambini. Ma gli esperti si dividono

La circolare, che ha come oggetto “Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale. Divieto di assembramento e spostamenti di persone fisiche. Chiarimenti”, spiega che “per quanto riguarda gli spostamenti di persone fisiche, è da intendersi consentito, ad un solo genitore, camminare con i propri figli minori in quanto tale attività può essere ricondotta alle attività motorie all’aperto, purché in prossimità della propria abitazione. La stessa attività può essere svolta, inoltre, nell’ambito di spostamenti motivati da situazioni di necessità o per motivi di salute”. La circolare inoltre precisa che “resta non consentito svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto ed accedere ai parchi, alle ville, alle aree gioco e ai giardini pubblici” e che “in ogni caso tutti gli spostamenti sono soggetti al divieto generale di assembramento e, quindi, all’obbligo di rispettare la distanza di sicurezza minima di un metro da ogni altra persona”.

Accompagnamento anziani e disabili

Nella circolare si effettuano precisazioni anche per quanto riguarda anziani e inabili: “Potranno essere, altresì, consentiti spostamenti nei pressi della propria abitazione giustificati da esigenze di accompagnamento di anziani o inabili da parte di persone che ne curano l’assistenza, in ragione della riconducibilità dei medesimi spostamenti a motivazioni di necessità o di salute”.

Miriam Cesta

Miriam Cesta

Giornalista professionista, collabora con diverse testate dedicate al mondo della salute, della medicina e del benessere.

Potrebbe interessarti anche

Miriam Cesta

Miriam Cesta

Giornalista professionista, collabora con diverse testate dedicate al mondo della salute, della medicina e del benessere.

Consigli per gli acquisti

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy