covid - bocelli salvini contagi Italia - Jacopo Fo - People For Planet

Covid-19, virus in un bimbo a Milano nel novembre 2019

Si indebolisce l’idea che il coronavirus sia nato in Cina

Nuove prove smontano l’idea ormai data per assodata che il coronavirus sia nato e si sia diffuso dalla Cina. L’ultima riprova arriva da Milano, dove un bimbo con i sintomi del morbillo era positivo al covid-19 il primo dicembre del 2019. Già dal 21 novembre il piccolo aveva iniziato a stare male con tosse e rinite.

Nell’autunno del 2019…

Lo dice uno studio dell’università Statale di Milano – che ha cercato il virus in campioni di prelievi archiviati nel 2019 – pubblicato sulla rivista Emerging Infectious Diseasese. Il virus SarsCov2 circolava quindi in Italia già dal tardo autunno dell’anno scorso, almeno 3 mesi prima del paziente 1 di Codogno.   

Gli altri casi in Europa

Ma è dallo scorso luglio che si parla di casi diffusi in Europa ben prima del 2020. Un professore dell’Università di Oxford, Tom Jefferson, ha suggerito che SARS-CoV-2 potrebbe essere rimasto dormiente in tutto il mondo fino a quando non ha trovato le condizioni ambientali favorevoli che lo hanno fatto esplodere.

In una recente intervista, il dottor Jefferson ha indicato studi che hanno trovato traccia di COVID-19 in campioni di acque reflue provenienti da Spagna, Italia e Brasile, tutti precedenti alla sua scoperta in Cina, più precisamente a partire dal 12 marzo 2019. Si tratta di uno studio non ancora sottoposto a revisione paritaria, o peer reviewed.

I virus possono rimanere dormienti?

“Ci sono alcuni virus (come i virus dell’herpes) che possono infettare le cellule, stabilire un’infezione latente e quindi essere riattivati ​​in un secondo momento”, ha detto a proposito Jeremy Rossman, virologo dell’Università del Kent. “Tuttavia, è improbabile che i coronavirus stabiliscano latenza o dormienza”.

Quindi nessuna prova certa finora, ma il ragionevole dubbio che l’attuale pandemia non sia affatto scaturita in Cina continua a rafforzarsi.

Roma, atterrato il primo aereo “a prova di covid-19”. Torneremo a viaggiare?

L’alcol ti danneggia di più in tre fasi della vita

Michela Dell'Amico

Michela Dell'Amico

Giornalista, responsabile sezione Green per People For Planet. Ambiente, femminismo e mobilità i miei temi culto. I commenti sono solo miei

Potrebbe interessarti anche

Michela Dell'Amico

Michela Dell'Amico

Giornalista, responsabile sezione Green per People For Planet. Ambiente, femminismo e mobilità i miei temi culto. I commenti sono solo miei

Consigli per gli acquisti

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy