seoul donne consigli gravidanza people planet

“Cucina, pulisci e cura il tuo aspetto”: le assurde linee guida di Seoul alle donne incinte

Un vero schiaffo al mondo femminile

Prima di partorire, controlla che la tua famiglia abbia carta igienica sufficiente per il periodo in cui non sarai presente in casa. Lascia a tuo marito dei pasti pronti, che sicuramente non è bravo a cucinare. Procurati un cerchietto per fermare i capelli, in modo da non sembrare spettinata. E dopo l’arrivo del bambino, tieni in vista un vestito di una taglia piccola, servirà da motivazione per tornare in forma più velocemente.

Questi alcuni dei consigli diramati online dalle autorità di Seoul e rivolti alle donne in dolce attesa che hanno, ovviamente, suscitato forte interesse da parte delle comunità e Associazioni femministe, ma non solo.

Un vero scivolone da parte di un governo patriarcale che cerca di convincere la popolazione femminile ad avere più figli e così cercare di invertire il tasso di natalità che oggi è tra i più bassi al mondo.

Pubblicate già nel 2019, le linee guida sulla gravidanza, hanno catturato l’attenzione a livello mondiale solo da pochi giorni provocando proteste sui social media. E’ stata avviata anche una petizione online firmata, ad oggi, da quasi 25.000 persone che chiede, oltre alla rimozione delle assurde linee guida, anche le scuse pubbliche da parte dei funzionari, nonché azioni disciplinari contro gli stessi.

In tutta risposta, tramite una mail inviata al New York Times, alcuni responsabili della sanità pubblica coreana avrebbero affermato di sentirsi colpevoli di negligenza per “non aver monitorato e rivisto certi contenuti in modo accurato e completo”, promettendo una revisione del testo e una maggior attenzione ai temi legati alla parità di genere. Nonostante il governo di Seoul abbia cercato di aggiustare il tiro, ormai tra screenshot e copia/incolla i “consigli” continuano a circolare uscendo anche dai confini nazionali grazie al web.

Anche il mondo scientifico si è unito al coro di protesta definendo quest’azione del governo come un’opportunità persa, e come si evince anche dalla dichiarazione riportata sul The New York Times di Kim Jae-yean, presidente dell’Associazione coreana di ostetrici e ginecologi “Penso che sia stato scritto da qualcuno che non ha mai partorito”, aggiungendo che il governo avrebbe dovuto fornire consigli pratici su questioni come l’allattamento al seno.

Claudia Faverio

Claudia Faverio

Appassionata di ambiente e dei diritti umani da sempre. Fa parte della redazione dove segue l'attualità quotidiana e il meglio del web. Si occupa anche dei rapporti con siti, blog, enti e imprese per la comunicazione di e su People For Planet.

Potrebbe interessarti anche

Claudia Faverio

Claudia Faverio

Appassionata di ambiente e dei diritti umani da sempre. Fa parte della redazione dove segue l'attualità quotidiana e il meglio del web. Si occupa anche dei rapporti con siti, blog, enti e imprese per la comunicazione di e su People For Planet.

Consigli per gli acquisti

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy