Dal 1 maggio alle Isole Tremiti vietate le stoviglie di plastica

Allarme microplastiche alle Isole Tremiti dove ne è stata rilevata una concentrazione molto alta.

Sono stati recentemente diffusi i risultati dei campionamenti effettuati la scorsa estate in 19 punti del Meditteraneo, uno studio effettuato dall’Istituto di Scienze Marine del CNR di Genova (Ismar), l’Università Politecnica delle Marche (Univpm) e Greenpeace Italia con l’obiettivo di stabilire la quantità e la composizione di microplastiche nelle nostre acque marine. E tra i campioni analizzati, quelli delle Tremiti, nonostante la protezione di quei mari, hanno destato preoccupazione perchè sono risultati tra i più elevati in termini di concentrazioni presenti.

C’erano più microplastiche finite lì a causa di correnti e vortici che non in altre zone d’Italia, a dimostrazione che nessun luogo è completamente al sicuro dagli inquinanti. E’ possibile consultare a questo link i dati dei campionamenti della campagna. La maggior parte delle plastiche ritrovate, inoltre, è risultata essere polietilene, ovvero il polimero con cui viene prodotta la maggior parte del packaging e gli imballaggi usa e getta.

Il Sindaco dell’area protetta, Antonio Fentini, con un’ordinanza dei giorni scorsi, ha deciso quindi di mettere al bando le stoviglie di plastica dal 1 maggio prossimo, al loro posto potranno essere usati solo contenitori biodegradabili.

Chi trasgredirà, commercianti o clienti, sarà multato con una sanzione che arriva ai 500 euro.

Nel testo dell’ordinanza si legge:

….Divieto esplicito di uso di contenitori e delle stoviglie monouso non biodegradabili, non solo in occasione di feste pubbliche e sagre. [….]

e nella parte dispositiva, ai punti b) e c) :

b. gli esercenti sul territorio isolano le attività commerciali, artigianali, e di somministrazione alimenti e bevande, a decorrere dalla data di efficacia della presente ordinanza (1 maggio), potranno distribuire agli acquirenti esclusivamente posate, piatti, bicchieri, sacchetti monouso in materiale biodegradabile e compostabile.

c. i commercianti, i privati, le associazioni, gli enti in occasione di feste pubbliche e sagre potranno distribuire al pubblico, visitatori e turisti, esclusivamente posate, piatti, bicchieri sacchetti monouso in materiale biodegradabile e compostabile, in quanto minimizzare e praticare la differenziazione dei rifiuti per questa Amministrazione è segno di civiltà.

Lo stesso Sindaco, in un’intervista a Repubblica, ha specificato che si tratta solo di un primo passo, a cui faranno seguito il divieto di utilizzo di bottiglie in plastica e dei contenitori in polistirolo per il trasporto del pesce.
Per questi, soprattutto, per le bottiglie, essendo un’isola, dovranno essere trovate modalità alternative come il vetro e l’uso di potabilizzatori di abitazioni e ristoranti, e quindi dovranno essere messe in atto azioni per garantire alternative in sostituzione, più sostenibili.

Lo stesso Fentini ha rivolto poi un’appello a tutti i Sindaci di isole e Comuni italiani che si affacciano sul mare, affinchè adottino al più presto misure analoghe. “Stiamo vedendo il nostro mare ucciso giorno dopo giorno dall’uomo e dovevamo fare qualcosa subito”.

Le Tremiti, in passato più volte Bandiera Blu, fanno parte del Parco nazionale del Gargano e una porzione del suo territorio è riserva naturale marina: sulle tre isole vivono poco più di 500 abitanti.

Solo con un’azione estesa infatti si potranno cominciare a vedere primi risultati e a cambiare ottica, soprattutto rispetto alle produzioni di imballaggi e ai prodotti a breve-brevissima vita, che come spiegavano anche i ricercatori dell’ISMAR- Cnr devono essere ridotti all’origine, il riciclo – secondo loro- non può ormai essere la soluzione, nè quindi la sola modalità.

Fonti:

https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/04/29/tremiti-dall1-maggio-vietate-le-stoviglie-di-plastica-ai-trasgressori-sanzioni-fino-a-500-euro/4323521/

http://bari.repubblica.it/cronaca/2018/04/29/news/i_contenitori_di_plastica_vietati_alle_isole_tremiti-195114252/

http://www.ismar.cnr.it/eventi-e-notizie/notizie/nel-mediterraneo-livelli-di-microplastiche-paragonabili-a-quelli-dei-vortici-di-plastica-del-pacifico

http://www.repubblica.it/ambiente/2018/04/23/news/grenpeace-cnr_in_italia_microplastiche_in_mare_come_negli_oceani_siamo_messi_male_perfino_alle_tremiti_-194610995/

http://www.termolionline.it/news/politica/715797/la-plastica-dura-a-morire-uccide-il-mare-alle-tremiti-vietata-quella-non-biodegradabile

Photo by: Giuseppe Palumbo.

Elisa Poggiali

Elisa Poggiali

Ingegnere ambiente e territorio, membro del database 100 esperte.it nei settori S.T.E.M., si occupa di ambiente, tecnologia, innovazione e networking per la sostenibilità.

1 commento

  • Noi di Ekoe cooperativa di soluzioni biodegradabili siamo felici e orgogliosi aver creato e di collaborare con l’amministrazione per questa iniziativa. Le Tremiti oltre a realizzare una Ordinanza ambientale potranno oltretutto anche risparmiare sui costi di trasporto della plastica poichè rifiuti biodegradabili potranno essere conferiti nella frazione umida e infine direttamente nel compostatore presente sull’isola. Ekoe.org 🌿🌾🐳♻️

Elisa Poggiali

Elisa Poggiali

Ingegnere ambiente e territorio, membro del database 100 esperte.it nei settori S.T.E.M., si occupa di ambiente, tecnologia, innovazione e networking per la sostenibilità.