Doccia o bagno? Il metodo per ‘salvare la pelle’ senza sbagliare

L’esperto spiega quali sono le esigenze dell’epidermide con il cambio di stagione

Con il cambio di stagione e di temperature anche la pelle va incontro a esigenze e bisogni differenti, specialmente per quanto riguarda l’idratazione. Se durante l’inverno il freddo ha messo a dura prova la pelle, di per se più secca e con maggiore richiesta di protezione e nutrimento, con le belle giornate servono acqua e sostanze antiossidanti. Ma è importante anche scegliere bene i detergenti e la modalità con cui ci laviamo perché a volte si rischia di danneggiare la cute. Ecco i consigli dell’esperto. 

Meglio il bagno in vasca o la doccia?

“Il cambio di temperatura anche se ancora graduale determina anche un cambiamento nella naturale respirazione cutanea con un aumento della sudorazione ed in generale una maggiore perdita di acqua dovuta ad una diversa gestione della termoregolazione”, spiega Leonardo Celleno, dermatologo e presidente di AIDECO – Associazione Italiana Dermatologia. “Ecco perché durante i periodi più caldi, le creme leggere sono da preferire alle formulazioni più ricche e corpose”.

Ma per quanto riguarda la detersione, visto che l’obiettivo primario è non far seccare eccessivamente la pelle del corpo, meglio la doccia o il bagno? In realtà, siamo liberi di scegliere entrambe le soluzioni perché l’unica differenza, almeno per la pelle, sta nella durata e nella temperatura dell’acqua utilizzata. “Bagni e docce prolungate o a temperature elevate – chiarisce il dermatologo – possono alterare la fisiologica idratazione cutanea attraverso lo squilibrio di due meccanismi fondamentali: la traspirazione, nota come “perspiratio insensibilis” e la TEWL-Trans Epidermal Water Loss, ovvero la normale perdita di acqua cutanea. Queste alterazioni si traducono nell’immediato con un indebolimento del film idrolipidico cutaneo e poi a distanza di qualche ora, attraverso una secchezza generale della cute, con fastidiose sensazioni di pelle che tira e possibili, ma lievi, desquamazioni” conclude Celleno.

Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Il meglio del Web selezionato per te!

Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Il meglio del Web selezionato per te!