Draghi: “Con che coscienza un giovane salta la lista e si vaccina?”

Tutto bello, tutto giusto, non fosse che per un dettaglio

Con che coscienza la gente salta la lista sapendo che lascia esposto a rischio concreto di morte persone over 75 o persone fragili? Uno può dire: smettetela di vaccinare chi ha meno di 60 anni, i giovani o ragazzi, queste platee di operatori sanitari che si allargano. Con che coscienza un giovane salta la lista e si fa vaccinare?

Lo ha detto Mario Draghi nell’ultima conferenza stampa dell’8 aprile.

“La raccomandazione”, ha poi proseguito:

È usare il vaccino AstraZeneca per coloro che hanno più di 60 anni e quello che deve attirare la nostra attenzione è il rischio di decesso che è massimo per chi ha più di 75 anni. Quindi bisogna concentrarsi sul vaccinare prioritariamente i più anziani, tutto dipende da questo.

La raccomandazione di destinare in via preferenziale il vaccino di AstraZeneca agli over 60, ha spiegato Draghi, accompagnato dal presidente del Consiglio superiore di sanità, Franco Locatelli, non risponde solo a quanto accaduto nelle ultime settimane, con i rari casi di coaguli nel sangue riscontrati soggetti giovani e per lo più di sesso femminile dopo la prima dose del vaccino. Alla base c’è la volontà di accelerare la campagna di protezione delle categorie più fragili.

Tutto bello, tutto giusto, non fosse che per un dettaglio: molti dei giovani professionisti e dei cosiddetti panchinari, si sono vaccinati perché il governo e le regioni lo hanno permesso, con piani vaccinali pensati mali e scritti peggio. Più che essere pronunciato a voce, “Prima i fragili” doveva stare scritto a monte, nelle direttive. Invece nelle indicazioni date dal governo alle Regioni c’era scritto che nelle liste prioritarie ci finissero anche i professionisti trentenni iscritti agli Ordini, ad esempio gli psicologi trentenni che ora Draghi bacchetta. Verba volant, scripta manent, appunto.

Stela Xhunga

Stela Xhunga

Scrive per People for Planet, riviste e altri quotidiani online. Collabora con la Radio Televisione Svizzera.

Potrebbe interessarti anche

Stela Xhunga

Stela Xhunga

Scrive per People for Planet, riviste e altri quotidiani online. Collabora con la Radio Televisione Svizzera.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy