Etiopia: massacrati 8 elefanti africani

Etiopia: massacrati 8 elefanti africani

Una vera e propria strage

La brama di sangue e di denaro è un’attitudine difficile da sradicare: così, nella notte tra il 31 maggio e il 1 giugno, ben 8 maestosi elefanti africani sono stati trovati morti non lontano dal Parco Nazionale di Mago, in Etiopia.

In un momento già complicato a causa della diffusione del coronavirus, gli sforzi messi in atto dalle associazioni animaliste per la conservazione della fauna selvatica e della natura si fanno sempre più difficili.

Gli elefanti si erano allontanati per abbeverarsi e sono stati brutalmente uccisi dai bracconieri che hanno estratto le loro zanne per il commercio illegale di avorio destinato al mercato asiatico. Attualmente, i colpevoli non sono stati identificati.

Specie a rischio estinzione

Questo massacro risulta ancora più tragico poiché gli elefanti africani, i più grossi mammiferi al mondo, sono una specie a rischio estinzione a causa della deforestazione e del bracconaggio illegale: secondo i dati del WWF, ogni anno vengono massacrati circa 20.000 elefanti africani:
Negli ultimi anni si è aggiunto un’ulteriore forma di bracconaggio, molto più devastante e organizzata, legata alle guerriglie e bande armate che utilizzano strumenti tecnologici e armi micidiali per sterminare gli elefanti e finanziare con la vendita dell’avorio le guerre locali.
La seconda minaccia è la deforestazione. Gran parte degli habitat degli elefanti si estende ancora al di fuori delle aree protette, ma il rapido aumento della popolazione umana e l’estensione dell’agricoltura rendono ogni anno più inagibili zone appartenute da sempre a questi splendidi mammiferi che ora sono in via di estinzione.”

Oggi l’Etiopia conta tra i 2.500 e i 3000 esemplari di elefanti africani, rispetto ai 10 mila elefanti presenti negli anni Settanta.

Per preservare l’esistenza di questi maestosi mammiferi e del loro habitat, il WWF si batte da anni “attraverso l’istituzione di nuove riserve, la severa applicazione delle leggi nazionali di protezione e il mantenimento di “corridoi” fra le foreste per facilitare le migrazioni.”

Salviamo gli animali, salvaguardiamo il Pianeta.

Leggi anche:
Sudafrica: diminuiscono le uccisioni di rinoceronti ed elefanti
Giraffe, elefanti e leoni: li vedi ovunque ma quelli veri spariranno a breve
Il Sud Sudan bandisce la caccia

Maria Grazia Cantalupo

Maria Grazia Cantalupo

Social Media Manager di People For Planet

Potrebbe interessarti anche

Maria Grazia Cantalupo

Maria Grazia Cantalupo

Social Media Manager di People For Planet

Consigli per gli acquisti

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy