Fase3, ecco cosa succede se compri un biglietto aereo

Passeggeri in rivolta per i voli cancellati e nessun rimborso

“Ho acquistato un biglietto A/R Alitalia per me e mia figlia in data 30 maggio: Milano Linate–Catania, partenza 14 luglio, rientro 5 agosto. Non ero sicurissima delle date ma ho fatto l’acquisto perché sul sito veniva specificato che comprando il biglietto prima del 31 maggio si aveva diritto al cambio gratuito“. A parlare è S.R., una mamma milanese che adesso si ritrova nei guai. “Nel biglietto che mi viene recapitato la specifica non compare. Anzi, viene detto che non ho diritto a nessun cambio. A inizio giugno mi è chiaro che la partenza il 14 luglio non è compatibile con i miei impegni e comincio a chiamare il customer center per capire se il cambio si può fare. Provo tutti i giorni, a orari diversi, alla linea a pagamento ma anche quella riservata a chi chiama dall’estero. Perdo al telefono in media due ore al giorno, ma non riesco a parlare con nessuno. Provo a contattare Alitalia sulla pagina FB, attraverso la chat. Mi risponde un bot che mi invita a scrivere direttamente in pagina. Procedo. Mi risponde “Roberta” (una persona? Un bot?) che si dice molto dispiaciuta e mi invita a riprovare con il call customer. Provo anche con Twitter: nessuna risposta. Dopo due giorni, “Roberta” si fa viva per sapere come è andata. Nel frattempo, scopro che il mio volo da Linate non c’è più, ma nessuna comunicazione mi è stata data. Al momento è tutto: ho passato circa 30 ore al telefono (senza ottenere nulla). Non so cosa ne è stato del mio volo: cancellato? spostato? Non so se potrò fare il cambio promesso. In compenso, c’è questa Roberta che si fa viva di tanto in tanto per sapere come va”.

Un incubo per molti

Alitalia e molte altre compagnie aeree europee sono nella bufera. Da noi il Codacons ha presentato un esposto all’Antitrust ipotizzando una pratica commerciale scorretta e una denuncia alla Procura di Roma con l’ipotesi di truffa. Sono molti i passeggeri che, come chi ci ha scritto da Milano, battono i pugni per far valere i propri diritti.

Certamente il comparto aereo è uno dei settori più colpiti dalle conseguenze provocate dal coronavirus. Come spiega Il Messaggero, Alitalia e la spagnola Iberia del gruppo Iag, che controlla anche British Airways, e Easyjet, hanno cancellato dei voli all’improvviso senza restituire i soldi del biglietto ai passeggeri.

Come fare liquidità velocemente?

In sostanza pare che le compagnie aeree cancellino i voli semivuoti e offrano dei voucher a chi lasciano a terra, perché scelga altre date. Peccato che sia illegale: l’Enac, l’Ente nazionale per l’aviazione civile, aveva chiarito che se la cancellazione avviene per cause non riconducibili all’emergenza sanitaria, e così non è più dal 3 giugno, i passeggeri devono essere risarciti dei biglietti: devono riavere i soldi, non un biglietto alternativo. Lo stesso ente, in seguito alle numerose denunce ricevute, ha già richiamato i vettori italiani al rispetto del regolamento comunitario n. 261 del 2004.

La questione pare coinvolgere migliaia di passeggeri in tutta Europa. In Spagna, ad esempio, il governo minaccia sanzioni nei confronti di una ventina di vettori, tra cui Air France, Lufthansa, Air Europa e Ryanair, che non hanno offerto rimborsi per i voli cancellati.

Leggi anche:
Basta soldi pubblici a chi inquina
Voliamo basso: 3 miliardi (ancora) per Alitalia e solo la metà alla scuola
Per salvare Alitalia il governo vuole usare i soldi destinati alla lotta al cambiamento climatico

Michela Dell'Amico

Michela Dell'Amico

Giornalista, responsabile sezione Green per People For Planet. Ambiente, femminismo e mobilità i miei temi culto. I commenti sono solo miei.

Potrebbe interessarti anche

Michela Dell'Amico

Michela Dell'Amico

Giornalista, responsabile sezione Green per People For Planet. Ambiente, femminismo e mobilità i miei temi culto. I commenti sono solo miei.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy