Ferie senza limiti, la nuova strategia di un’azienda belga

Il benefit serve ad attirare nuovi talenti

L’azienda è la Jonckers, società belga di traduzioni e interpretariato con filiali in tutto il mondo, compresa l’Italia.

Anche nella filiale di Bologna entro giugno di quest’anno sarà applicata la nuova normativa che prevede la possibilità per ogni impiegato di prendersi giorni di vacanza retribuiti anche oltre quelle previsti dal contratto.

Condizioni di lavoro più umane

Questo benefit serve alla Jonckers per attrarre nuovi talenti. L’azienda infatti ha bisogno di programmatori che sviluppino software di traduzione basati sull’intelligenza artificiale e questa figura professionale viene retribuita in media con 400mila euro l’anno: «Non possiamo permetterci queste cifre – ha dichiarato Geo Janssens, l’amministratore delegato di Jonckers – ma possiamo attrarre questi profili richiestissimi e mantenerli offrendo loro condizioni di lavoro più umane».

E la Jonckers non è neanche la prima, dal 2016 la Marbles ad Anversa ha applicato la stessa norma per 15 impiegati che nell’ultimo anno hanno richiesto una media di 26,5 giorni di vacanza a testa contro i 20 previsti dal contratto.

Neanche esagerati.

Leggi anche:
Se cercate un paradiso sostenibile andate in vacanza a Lidö
Tre giorni di vacanza in più a chi non prende l’aereo

Foto di skeeze da Pixabay

Gabriella Canova

Gabriella Canova

Fa parte della Redazione. Si occupa dei rapporti con i redattori esterni nonché della stesura di vari articoli relativi alle tematiche del portale.

Potrebbe interessarti anche

Gabriella Canova

Gabriella Canova

Fa parte della Redazione. Si occupa dei rapporti con i redattori esterni nonché della stesura di vari articoli relativi alle tematiche del portale.

Consigli per gli acquisti

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy