Film Festival Lugano Umani Diritti Mp7u

Film Festival Diritti Umani Lugano

7a edizione, 14-18 Ottobre 2020

Torna a confermare la propria presenza anche quest’anno il FFDUL Film Festival Diritti Umani Lugano in un’edizione pensata in una forma diffusa ed itinerante all’interno del Cantone, così da portare il cinema in diverse città della Svizzera Italiana oltre a Lugano, storica sede del Festival, garantendo lo svolgimento della manifestazione in totale sicurezza e nel rispetto delle misure preventive anti-contagio.

Film Festival Diritti Umani Lugano 2020

Dopo un periodo che ha forzatamente richiesto l’isolamento personale, il FFDUL ha voluto essere in sala, in presenza; una presenza fisica, pur se necessariamente distanziata, che conduce a una profonda riflessione sul valore del corpo. Il “corpo”, involucro ed espressione delle nostre essenze, diventa simbolo e linea guida nei contenuti dei film proposti. I corpi imprigionati, i corpi in lotta, che fuggono dalle guerre e dalle dittature, i corpi fragili, corpi che non possono esprimere la propria sessualità, corpi del dissenso, i corpi imperfetti, i corpi malati.

Il Festival intende informare e sensibilizzare un pubblico variegato sulle problematiche legate al rispetto dei Diritti Umani, proponendo un forum aperto che metta in evidenza l’universalità e le diverse sfaccettature della tematica. L’obiettivo è quello di sensibilizzare un ampio pubblico attraverso un programma cinematografico di qualità e momenti di approfondimento e discussione, arricchiti da un’importante presenza di ospiti.

E così, a partire da mercoledì 14 ottobre, tanti i temi di estrema attualità che verranno affrontati anche in questa edizione nei 17 film e 2 cortometraggi in rassegna. In apertura a Lugano “Welcome to Chechnya” di David France, uno sguardo attento alla violenza e gravi discriminazioni verso il mondo LGBTQ in Cecenia. Presente in programma anche “Ritorno in apnea” di Anna Maria Selini (Lugano, sabato 17 ottobre) premiere internazionale del film che illustra la tragedia vissuta dalla provincia di Bergamo, tra marzo e aprile del 2020, dove sono morte 6.000 persone a causa del Coronavirus.

Il Festival vedrà la sua conclusione nella storica sede del Cinema Corso, domenica 18 ottobre, con uno dei temi più attuali dei nostri giorni: “I’Am Greta” di Nathan Grossman una profonda riflessione sull’ambiente, film recentemente presentato all’ultima Mostra internazionale del Cinema di Venezia. La serata conclusiva sarà in collaborazione con il Human Rights Film Festival Zürich.

Per scoprire di più sulla programmazione e biglietti:  www.festivaldirittiumani.ch/it/

Claudia Faverio

Claudia Faverio

Appassionata di ambiente e dei diritti umani da sempre. Fa parte della redazione dove segue l'attualità quotidiana e il meglio del web. Si occupa anche dei rapporti con siti, blog, enti e imprese per la comunicazione di e su People For Planet.

Potrebbe interessarti anche

Claudia Faverio

Claudia Faverio

Appassionata di ambiente e dei diritti umani da sempre. Fa parte della redazione dove segue l'attualità quotidiana e il meglio del web. Si occupa anche dei rapporti con siti, blog, enti e imprese per la comunicazione di e su People For Planet.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy