fbpx

Gli airbag per ciclisti funzionano meglio dei caschi!

Nell’aprile del 2017 uno studio della Stanford University, pubblicato su Annals of Biomedical Engineering, ha rivelato che gli airbag per ciclisti offrono una protezione superiore rispetto ai tradizionali caschi in schiuma di polistirolo espanso.

La differenza sta nel fatto che i caschi sono stati studiati per prevenire fratture della scatola cranica mentre gli airbag, oltre a svolgere la medesima funzione, prevengono anche eventuali danni cerebrali e alle vertebre cervicali.

Se si cerca “airbag per ciclisti” su Google salta fuori la storia di Anna Haupt e Terese Alstinat, due ragazze conosciutesi nella facoltà di ingegneria dell’Università di Lund in Svezia: è a loro che si deve, per prime, l’invenzione alla quale hanno dato il nome “Hövding”. L’idea è nata nel 2005 come tesi di laurea e grazie una campagna di raccolta fondi, arrivata a quasi 10 milioni di dollari, è diventato oggi un prodotto in commercio in tutta Europa.
Si tratta di un collare contenente un micro-contenitore di gas compresso, un giroscopio ed un accelerometro che azionano l’airbag in caso di incidente. Sensori monitorano quando la posizione del ciclista non corrisponde più a quella di una persona in equilibrio sulla sella, attivandosi. L’airbag si gonfia in meno di un decimo di secondo e copre la testa e il collo, salvando la vita a chi lo indossa.
Ha richiesto oltre sette anni di test, collaborazioni con medici specialisti in traumi al cranio ed esperti di airbag per tarare correttamente i sensori. E’ adatto dai 15 anni in su, può essere usato anche da chi porta gli occhiali ed è tarato solo per le biciclette (no sciatori, no skaters).

Gli airbag hanno anche un altro vantaggio: indossando il collare airbag si può tenere in testa un berretto o un cappello quando fa freddo, con il caschetto tradizionale no. Questo potrebbe farlo preferire a molti di quelli che oggi vanno in bicicletta senza neanche il casco.

Fonti:
https://hovding.com/
https://link.springer.com/article/10.1007/s10439-016-1732-1

Fotomontaggi di Fabio Folla sul funzionamento degli airbag per ciclisti, ottobre 2017. Nelle immagini è possibile vedere l’airbag gonfiatosi dopo un impatto o una caduta del ciclista.

Simone Canova

Simone Canova

Scrittore, ricercatore, grafico, autore di “Cacao, il quotidiano delle buone notizie”, webmaster dei siti del circuito di Alcatraz/Jacopo Fo. E’ Coordinatore della redazione centrale di People For Planet.

commenta

Simone Canova

Simone Canova

Scrittore, ricercatore, grafico, autore di “Cacao, il quotidiano delle buone notizie”, webmaster dei siti del circuito di Alcatraz/Jacopo Fo. E’ Coordinatore della redazione centrale di People For Planet.