Numeri Falsi Coronavirus Jacopo Fo People For Planet

Gli anziani morti per coronavirus non sono 2.724. Probabilmente sono ben oltre gli 8mila

E di questi più di 4mila solo in Lombardia!

Diamo i numeri (e non sono confortanti)

People For Planet

I medici morti in Lombardia sono 75* su 131* (v. nota in fondo)

I decessi per coronavirus accertati al 17 aprile sono stati il 52% del totale dei morti in Italia.

Terapia intensiva: Italia 2.812, Lombardia 971, cioè il 30,9% del totale. 

Casi totali contagi 172,434 in tutta Italia, 64.135 in Lombardia, il 33%.

Cioè la Lombardia è messa veramente male!

Ma a quanto pare la reazione delle autorità regionali, di alcuni sindaci, autorità varie e di una parte notevole dei media è quella di nascondere la gravità della situazione in Italia e in particolare in Lombardia. Forse c’è una lobby interessata a riaprire tutto il prima possibile (e chi se ne frega se ci sarà un’altra carneficina).

Pare che in Lombardia la situazione sia più grave che dalle altre parti perché non si sono fermati tutti, anzi molti hanno continuato a lavorare e questo spiegherebbe il maggior numero di contagi…

Perché…???

Perché il numero degli anziani morti (come vedremo tra poco) viene dato in modo incomprensibile?

E perché la Lombardia ha fatto lo stesso numero di tamponi del Veneto avendo il doppio degli abitanti? E perché in Lombardia a molti con sintomi evidenti di coronavirus i tamponi non vengono fatti? 

Perché NESSUNO ha finora pubblicato il numero dei medici morti in Lombardia ma solo il dato nazionale?

Il calcolo dei decessi in tutta Italia viene fatto in modo assurdo, non conteggiano gran parte di quelli che muoiono senza che venga fatto loro il tampone! Prova ne sia che il numero ufficiale della protezione Civile non tiene conto dei dati Istat sulla differenza tra i decessi medi degli ultimi anni e i decessi dall’inizio dell’epidemia (ma si può?!?).

Peraltro (incredibile!!!) l’Istat non ha dato il numero globale ma solo il numero dei 1.689 comuni dove l’aumento è stato superiore al 20% (). escludendo così centinaia di comuni con mortalità inferiore… In ogni caso questi 1.689 comuni hanno avuto mediamente un aumento dei morti del 102% passando 20.454 decessi tra il 1 marzo e il 4 aprile del 2019 a 41.329 nello stesso periodo del 2020, con un aumento di 20.875 morti 

Invece il numero dei decessi comunicati dalla Protezione Civile il 4 aprile era 15.362.

Cioè inferiore per più di 5mila decessi. Ma quanti sarebbero le morti in più se aggiungessimo l’aumento dei morti nel resto dei più di 8mila comuni italiani che hanno avuto un aumento inferiore al 20%? È stata scelta una soglia molto alta… Per nascondere la reale gravità della situazione?

Comunque la scelta di calcolare in modo parziale i decessi e di comunicare i dati in modo confuso ha fatto sì che i media, a partire dall’agenzia Ansa, non ci hanno capito un cavolo e hanno titolato che l’aumento della percentuale dei morti era stata del 20%, invece, come abbiamo detto era del 102% e il 20% era riferito alla soglia di aumento come criterio per selezionare i comuni da conteggiare. P A Z Z E S C O ! ! !

Per fortuna l’articolo di You Trend % chiarisce il peloso malinteso!

L’assurdo aritmetico non è finito

Ragionando sui numeri ufficiali e su come vengono addolciti di molto dai media, si scopre un’altra magagna clamorosa: il sistema Italia è talmente lontano dall’essere digitalizzato che è impossibile sapere il numero totale degli anziani nelle case di riposo e neanche il numero dei decessi nelle case di riposo. Graziano Onder (Iss Istituto Superiore Sanità) confessa che c’è soltanto una stima grossolana: potrebbero essere 280mila i ricoverati… del numero dei ricoverati morti in realtà non sa che dire: ha i numeri di soltanto 4 ospizi su 10!!! Incredibile!!! Stiamo parlando dell’Istituto Superiore di Sanità non del salumiere di Brandizzo o della casalinga di Voghera!!!

Vorrei che tu meditassi per 5 secondi sulla situazione italiana con una Sanità che per decenni ha ingurgitato miliardi e che non riesce a sapere neanche quanta gente è ricoverata negli ospizi e quanti di questi sono morti nell’ultimo mese!!!!!!!!!!!!!!!

Comunque in questa situazione, che sarebbe comica se non ci fossero più di 22 mila morti, ragionando su come vengono raccontati i numeri si scoprono altri gioielli aritmetici!

Il 17 aprile, citando la conferenza stampa di Graziano Onder dell’Iss (Istituto Superiore Sanità) del 15 aprile, La Repubblica titolava: «I numeri dell’Iss: “Settemila morti nelle Rsa da febbraio, il 40 per cento per coronavirus”». Centinaia di siti internet hanno pubblicato gli stessi numeri. Peccato che, facendo due conti sui dati offerti dall’articolo, si scopra che il titolo comunica una notizia falsa!!! 

Innanzi tutto vorrei notare che è curioso un titolo così intorcicato che va contro tutte le regole del giornalismo in quanto se il lettore vuole sapere QUANTI ANZIANI SONO MORTI con sospetto di coronavirus deve fare lui il calcolo di quanto è il 40% di 7mila. E si sa che alla maggioranza degli italiani le percentuali non le sono capite fin da piccoli. E inoltre l’80% dei lettori non legge una riga più del titolo. 

Leggendo il resto del testo scopriamo che nelle case di riposo italiane sono decedute 6.773 persone, di questi decessi il 40% sono decessi sospetti di Coronavirus, cioè 2.724 (realmente accertati con test solo 364; agli altri non hanno fatto neppure il tampone ma avevano sintomi compatibili con il Coronavirus)… 

Ma questo dato (2.724) non è il vero conteggio dei morti perché Onder, illustrando la relazione dell’Iss, spiega molto bene (e l’articolo di Repubblica lo cita perfettamente) che non esistono dati su tutti i centri anziani, hanno mandato delle lettere con un questionario ma su 3420 case di riposo censite hanno risposto solo 1082; cioè poco più del 30% delle Rsa ha risposto, quindi il dato dei 2.724 decessi, se rappresentasse la media nazionale dovrebbe essere solo il 30% del totale… Anche perché è probabile che se una casa di riposo, in un momento come questo NON risponde a un questionario dell’Istituto Superiore di Sanità, sta sabotando la lotta al coronavirus (è alto tradimento di fronte al nemico virulente cavolo bestia!!!) quindi sospetto che non siano quelle con il minor numero di decessi… 

Ma andiamo avanti in questa passeggiata nell’orrore aritmetico: se 2.724 decessi sono poco più del 30% quanti sono i morti nel 100% degli ospizi? 

Dobbiamo fare un piccolo calcolo aritmetico per capire che i morti reali in tutta Italia potrebbero essere almeno 9 mila! (E se nel video parlo di 8mila è perché abbiamo preferito dare un dato arrotondato per difetto).

Per la Lombardia vale lo stesso discorso: In Lombardia i decessi nelle case di riposo sono stati 3.045, l’Iss dice che quelli deceduti per sospetto coronavirus sono il 53,4%, cioè 1.625 decessi per coronavirus. Ma anche qui parliamo solo del 38% delle strutture,  quelle che hanno risposto al questionario, cioè 266 su 700!! Quindi gli anziani deceduti potrebbero essere molti di più, e superare il numero di 4mila.

I medici deceduti in Lombardia

*E per finire arriviamo al numero di medici morti in Italia e in particolare in Lombardia dove sono concentrati più della metà delle morti. Anche qui i dati sono leggermente confusi. Il numero dei medici deceduti, citato da tutti i media ogni giorno, è quello fornito dall’Ordine dei medici e odontoiatri  (FNOMCeO). Ma non si tratta, come abbiamo creduto tutti dei medici morti mentre svolgevano eroicamente la loro professione, ma del numero complessivo dei medici deceduti per Coronavirus, che fossero o no in attività, compresi alcuni ultranovantenni che supponiamo non esercitassero. Molti dei morti erano pensionati ma non è dato di sapere se fanno parte di quei pensionati che hanno risposto alla chiamata di emergenza nel momento di massima crisi. Abbiamo poi faticato parecchio a ricostruire la provenienza dei defunti perché la lista ufficiale non sempre precisa dove il medico lavorava e chissà perché, cercando a lungo in rete, abbiamo scoperto che il numero dei medici morti in Lombardia non ha interessato nessuno!

La lista dei medici deceduti, aggiornata al 17 aprile, dà 131 decessi dei quali 75 in Lombardia; ma attenzione di questi 75 ben 10 avevano più di 79 anni o comunque non erano in attività. Supponiamo che la percentuale per il resto d’Italia non sia molto distante, non siamo riusciti a calcolarlo perché per troppi manca la data di nascita. Ecco la lista dei medici deceduti in Lombardia.

  • 1.        Roberto Stella 22 07 1952 † 11 03 2020
    Presidente dell’Ordine dei Medici di Varese, Responsabile Area Strategica Formazione FNOMCeO, Presidente nazionale della SNAMID – Varese
  • 2.        Giuseppe Lanati 24 08 1946 † 12 03 2020
    Pneumologo – Como
  • 3.        Giuseppe Borghi 19 01 1956 † 13 03 2020
    Medico di Medicina Generale – Lodi
  • 4.        Raffaele Giura 23 10 1940 † 13 03 2020
    Ex primario del reparto di Pneumologia Como     79 ANNI
  • 5.        Carlo Zavaritt 23 02 1940 † 13 03 2020
    Pediatra e neuropsichiatra infantile – Bergamo     80 ANNI
  • 6.        Gino Fasoli 09 12 1946 † 14 03 2020
  • Medico di medicina generale già in pensione richiamato per l’emergenza Covid-19 – Brescia
  • 7.        Luigi Frusciante 13 02 1949 † 15 03 2020
    Medico di Medicina Generale – Como
  • 8.        Mario Giovita 27 04 1954 † 16 03 2020
    Medico di Medicina Generale – Bergamo
  • 9.        Luigi Ablondi 05 02 1954 † 16 03 2020
    Epidemiologo, ex direttore generale dell’Ospedale di Crema – Cremona
  • 10.     Franco Galli 28 03 1954 † 17 03 2020
    Medico di Medicina Generale – Mantova
  • 11.     Ivano Vezzulli 27 12 1958 † 17 03 2020
    Medico di Medicina Generale e medico dello sport – Lodi
  • 12.     Marcello Natali 13 09 1963 † 18 03 2020
    Medico di Medicina Generale, segretario della Federazione dei medici di Medicina generale di Lodi – Lodi
  • 13.     Antonino Buttafuoco 14 06 1953 † 18 03 2020
    Medico di Medicina Generale – Bergamo
  • 14.     Andrea Carli 02 05 1950 † 19 03 2020
    Medico di Medicina Generale – Lodi
  • 15.     Bruna Galavotti 03 04 1933 † 19 03 2020 (data segnalazione)
    Psichiatra, Decana dell’Associazione Donne Medico di Bergamo – Bergamo      87 ANNI
  • 16.     Piero Lucarelli 14 01 1946 † 19 03 2020 (data segnalazione)
    Anestesista – Bergamo
  • 17.     Vincenzo Leone 23 01 1955 † 21 03 2020
    Medico di medicina generale, vicepresidente SNAMI – Bergamo
  • 18.     Leonardo Marchi 01 01 1956 † 21 03 2020
    Medico infettivologo, direttore sanitario Casa di Cura San Camillo – Cremona
  • 19.     Rosario Lupo 02 10 1955 † 23 03 2020
    Medico legale, dirigente del Centro Medico Legale INPS di Bergamo – Bergamo
  • 20.     Domenico De Gilio 09 11 1953 † 19 03 2020
    Medico di medicina generale – Lecco
  • 21.     Ivan Mauri 30 09 1950 † 24 03 2020
    Medico di medicina generale – Lecco
  • 22.     Vincenza Amato 22 05 1954 † 24 03 2020
    Dirigente Medico Responsabile U.O.S. Igiene Sanità Pubblica del Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria – Bergamo
  • 23.     Gabriele Lombardi 20 08 1951 † 18 03 2020
    Odontoiatra – Brescia
  • 24.     Mario Calonghi 14 03 1965 † 22 03 2020
    Odontoiatra – Brescia
  • 25.     Marino Chiodi 30 05 1949 † 22 03 2020
    Oculista – Bergamo
  • 26.     Carlo Alberto Passera 20 05 1957 † 25 03 2020
    Medico di medicina generale – Bergamo
  • 27.     Francesco De Francesco 09 03 1938 † 23 03 2020
    Pensionato, già medico ospedaliero, scultore e pittore – Bergamo     NON PRATICAVA
  • 28.     Flavio Roncoli 08 05 1930 † 03 2020
    Pensionato – Bergamo     90 ANNI
  • 29.     Benedetto Comotti 06 05 1945 † 26 03 2020
    Ematologo – Bergamo
  • 30.     Anna Maria Focarete 22 06 1950 † 27 03 2020
    Consigliere Provinciale FIMMG, Presidente SIMG e già consigliere dell’Ordine Prov. dei Medici – Lecco
  • 31.     Giulio Calvi 19 10 1947 † 26 03 2020
    Medico di medicina generale – Bergamo
  • 32.     Rosario Vittorio Gentile 26 06 1952 † 22 03 2020
    Medico di medicina generale, specialista in allergologia ed ematologia – Cremona
  • 33.     Aurelio Maria Comelli 12 11 1950 † 28 03 2020 (data segnalazione)*
    Cardiologo – Bergamo
  • 34.     Michele Lauriola 09 01 1953 † 28 03 2020 (data segnalazione)*
    Medico di medicina generale – Bergamo
  • 35.     Francesco De Alberti † 28 03 2020
    Ex presidente OMCeO Lecco – Lecco
  • 36.     Roberto Mario Lovotti 11 11 1950 † 28 03 2020
    Medico di medicina generale – Milano
  • 37.     Domenico Bardelli 06 08 1944 † 20 03 2020
    Odontoiatra – Lodi
  • 38.     Giovanni Francesconi 11 06 1929 † 30 03 2020 (data segnalazione)*
    Medico di medicina generale – Brescia      89 ANNI
  • 39.     Guido Riva 09 06 1941 † 30 03 2020 (data segnalazione)*
    Medico di medicina generale – Bergamo
  • 40.     Norman Jones 01 06 1947 † 27 03 2020
    Cardiologo, ex primario della cardiologia del centro di riabilitazione “Trabattoni-Ronzoni” di Seregno – Como
  • 41.     Marino Signori † 01 04 2020 (data segnalazione)*
    Medico del lavoro – Lecco
  • 42.     Gianpaolo Sbardolini † 26 03 2020
    Medico di medicina generale – Palazzolo sull’Oglio – Brescia
  • 43.     Marcello Cifola † 01 04 2020 (data segnalazione)*
    Otorinolaringoiatra – Bergamo
  • 44.     Gennaro Annarumma † 03 04 2020 (data segnalazione)*
    Neurologo? – Brescia
  • 45.     Francesco Consigliere † 03 04 2020 (data segnalazione)*
    Medico legale e docente universitario – Brescia
  • 46.     Riccardo Paris † 03 04 2020 (data segnalazione)*
    Cardiologo – Bergamo
  • 47.     Italo Nosari † 03 04 2020 (data segnalazione)*
    Diabetologo – Bergamo
  • 48.     Gianroberto Monti † 21 03 2020
    Odontoiatra – Monza
  • 49.     Luciano Riva † 28 03 2020
    Pediatra, ex primario all’Ospedale di Desio – Monza e Brianza   92 ANNI
  • 50.     Federico Vertemati † 31 03 2020
    Medico di medicina generale – Bernareggio – Monza e Brianza
  • 51.     Gianbattista Bertolasi † 02 04 2020
    Medico di medicina generale – Castelleone – Cremona
  • 52.     Silvio Lussana † 13 03 2020
    Medico internista, ex primario medicina – Bergamo    86 ANNI
  • 53.     Vincenzo Emmi † 04 04 2020
    Rianimatore – Pavia
  • 54.     Adelina Alvino De Martino † 30 03 2020
    Cardiologa in pensione, ex primario – Milano   94 ANNI
  • 55.     Orlandini Giancarlo † 06 04 2020 (data segnalazione)*
    Medico – Bergamo
  • 56.     Ravasio Luigi † 06 04 2020 (data segnalazione)*
    Medico – Bergamo
  • 57.     Antonio Pouchè † 31 03 2020*
    Ex professore – Brescia
  • 58.     Mario Ronchi † 20 03 2020
    Odontoiatra – Gessate – Milano
  • 59.     Marzio Carlo Zennaro † 08 04 2020
    Medico di medicina generale – San Donato Milanese – Milano
  • 60.     Tahsin Khrisat † 19 03 2020
    Medico di medicina generale – Brescia
  • 61.     Mario Rossi † 09 04 2020 (data segnalazione)*
    Medico di medicina generale – Bergamo
  • 62.     Massimo Bosio † 01 04 2020 
    Medico di medicina generale – Orzinuovi – Brescia
  • 63.     Gianfranco D’Ambrosio † 30 03 2020
    Ginecologo e medico di medicina generale – Cologno monzese – Milano
  • 64.     Fabio Rubino † 13 04 2020
    Terapista del dolore e palliativista – Morbegno – Sondrio
  • 65.     Giovanni Stagnati † 22 03 2020
    Odontoiatra – Sondrio
  • 66.     Domenico Fatica † 13 04 2020
    Odontoiatria – Milano
  • 67.     Patrizia Longo † 13 04 2020
    Medico di medicina generale – Voghera – Pavia
  • 68.     Enrico Boggio † 07 04 2020
    Odontoiatra – Gallarate – Varese
  • 69.     Eugenio Malachia Brianza † 08 04 2020
    Medico del Sert – Lozza – Varese
  • 70.     Elisabetta Mangiarini † 15 04 2020 (data segnalazione)*
    Medico di medicina generale – Cazzago San Martino – Varese
  • 71.     Arrigo Moglia † 15 04 2020
    Neurologo – Pavia
  • 72.     Alberto Omo † 04 04 2020
    Direttore sanitario casa di riposo – Castelverde – Cremona
  • 73.     Giancarlo Buccheri † 07 aprile 2020
    Medico antroposofo – Milano
  • 74.     Pietro Bellini † 21 03 2020
    Medico di medicina generale – Bergamo
  • 75.     Eugenio Inglese † 21 03 2020
    Ex primario di Medicina nucleare – Pavia
Jacopo Fo

Jacopo Fo

Scrittore, teatrante, regista, disegnatore, è Direttore creativo di People For Planet.

Potrebbe interessarti anche

Jacopo Fo

Jacopo Fo

Scrittore, teatrante, regista, disegnatore, è Direttore creativo di People For Planet.

Consigli per gli acquisti

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy