Gli oceani cambiano colore: colpa del global warming

Entro il 2100 i mari diventeranno molto più blu o molto più verdi a causa dei cambiamenti climatici

Gli oceani stanno cambiando colore per colpa del global warming. A concluderlo è uno studio a cura del Massachusetts Institute of Technology (MIT) di Boston, secondo cui l’aumento delle temperature sta modificando la composizione del fitoplancton, facendo diventare l’acqua molto più verde o molto più blu

CHE COS’È IL FITOPLANCTON
È sostanzialmente l’insieme dei microrganismi vegetali alla base della catena alimentare negli ecosistemi marini. Comprende alghe e creature microscopiche che fanno la fotosintesi, ossia che sfruttano l’energia solare per produrre sostanze organiche. La capacità del fitoplancton di assorbire e riflettere la luce in modo diverso influisce sulla tonalità assunte dalle distese acquatiche. 

RISCALDAMENTO GLOBALE E FITOPLANCTON
Il team guidato dalla dottoressa Stephanie Dutkiewicz ha creato un modello matematico per prevedere come cambierà la distribuzione del fitoplancton in relazione all’attuale trend climatico. Le simulazioni hanno evidenziato che, entro il 2100, le alterazioni a carico dei microrganismi acquatici determineranno un notevole cambiamento di colore nel 50% degli oceani

CONTINUA SU QUOTIDIANO.NET

Commenta con Facebook
Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Il meglio del Web selezionato per te!

commenta

Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Il meglio del Web selezionato per te!