Gli strani casi dell’animo umano: “Quelli che… attenzione ai complimenti!”

Fanno piacere, i complimenti. A volte, però, possono nascondere dell’altro

C’è una vecchia barzelletta che recita:
«Sai, sei davvero la donna più bella che abbia mai visto»
«Lo dici solo perché mi vuoi portare a letto»
«Anche intelligente!!!»

Fanno piacere, i complimenti. Gli apprezzamenti, le manifestazioni di stima. E spesso, per carità, sono onesti e sinceri. A volte, però, possono nascondere richieste implicite o addirittura una affermazione di ruoli ben precisa.

Vediamone alcuni esempi:

“La donna ha una marcia in più, è superiore all’uomo”

Affermazione spesso attribuibile a uomini che si ritengono particolarmente illuminati. Peccato che, a seguito di tale affermazione, si tenda poi a dare per scontato che certe rogne terrificanti siano proprio appannaggio di “quella con la marcia in più”.
#LazzaroAlzatiDalQuelDivanoEcammina

“Di solito i tuoi articoli non mi piacciono, ma in questo caso sono d’accordo con te: bravo!” 

L’interlocutore ti sta usando per ricordare a te, se stesso e a tre quarti della vostra palazzina, che la misura del valore è sempre data da sé medesimo. Di fatto, mentre ti dice che sei bravo, ti ricorda che lui è quello che dà il voto.
#AbbiamoMisterSimpatiaAbbiamo

“Tesoro, questa lasagna è buona quasi quanto quella di mia madre”

Si preferisce non commentare ulteriormente questo passaggio.
#MaPorcMaggiaggAccidentiAllaPutt

“Sto con te perché mi fai ridere”

A me personalmente viene detto, solitamente, sotto le coperte, abbracciati, dopo una attività che – al di là della sempre ben accetta allegria – non dovrebbe far ridere.
#CeDiPeggioSoloOraNonMiVieneInMente

“I complimenti sull’età”

Quelli che te ne devono dare 25 anche se ne hai 40. Allora tanto vale che ci mettiate in mano la chiave di una camera al motel: si capisce che ci state provando. 
#MancoLeBasiDelMestiere

Attenzione!

I complimenti sono stra-bene accetti. Soprattutto quelli spontanei, ma anche quelli “fatti per far piacere”.
Se una persona a te cara ti riempiva di osservazioni lusinghiere e ad un certo momento smette, magari c’è qualcosa che non va:

a) Siete dannatamente peggiorati voi
b) Si è un po’ abituato lui
c) Ma non è che avete smesso di fargliene anche voi? 

Ecco.

#FateviLeCoccole
#AttenzioniAllAltroSenzaDoppiFini #ComunqueSeMiDiteCheFaccioRidereSonoContentaEh

Foto di Gerhard Gellinger da Pixabay

Valeria Biotti

Valeria Biotti

Giornalista, autrice satirica, speaker radiofonica, vignettista, scrittrice, cantante. Ha al suo attivo collaborazioni con parecchie testate, tra cui Il Fatto Quotidiano e Pubblico. Attualmente scrive sul Corriere dello Sport e trasmette ON AIR sui 104.200 FM di Retesport.

Valeria Biotti

Valeria Biotti

Giornalista, autrice satirica, speaker radiofonica, vignettista, scrittrice, cantante. Ha al suo attivo collaborazioni con parecchie testate, tra cui Il Fatto Quotidiano e Pubblico. Attualmente scrive sul Corriere dello Sport e trasmette ON AIR sui 104.200 FM di Retesport.