Verde urbano - città Milano - People For Planet - Jacopo Fo

Guai a chi propone ai milanesi di rendere Milano più ecologica!

Non vogliono mica vivere in eterno!

Jacopo Fo lancia un articolo-provocazione su Milano, la città di riferimento del modello di sviluppo dominante in Italia. Può essere il punto di partenza per un dibattito sui temi dello sviluppo delle città, anche da posizioni diverse. Chi vuole può inviare il proprio contributo a redazione@peopleforplanet.it

Città, inquinamento e verde

Ormai è ufficiale: vivere nelle città inquinate fa male ma se aumenta il verde urbano migliora la salute fisica e mentale. In effetti sembra una banalità ma decine di indagini scientifiche dimostrano che nelle aree urbane con poco verde l’incidenza di alcuni malanni aumenta fino a 3 o 4 volte.

Le ricerche scientifiche in Italia sul rapporto tra verde e salute


Secondo una ricerca condotta dall’Università di Torino nelle aree con più verde i bambini con sintomi di bronchite sono 6 rispetto ai 20 dei quartieri con meno parchi e aiuole. Un rapporto di 3,5 volte. Nelle zone con più verde soffrono di asma solo 2 bambini, in quelle meno verdi i bambini malati sono 9. Dati analoghi sono il risultato di un’altra ricerca condotta da Cnr, Ingv, Arpa Emilia-Romagna e DepLazio, pubblicata su Environmental Health. E anche l’Università di MIlano conferma, dimostrando che questa differenza non riguarda solo malattie respiratorie ma anche infarti e ictus.

Cito queste ricerche perché sono italiane ma in rete se ne possono trovare molte altre. I risultati sono sempre gli stessi.

2006: il caso Milano

Aumentare  il verde urbano è difficile perché non c’è lo spazio? A volte però capitano delle occasioni. Milano nel 2006 era di fronte a una grande opportunità: decidere del destino di aree industriali e ferroviarie dismesse. Le proposte erano due: da una parte quasi tutti i gruppi di potere avevano l’acquolina in bocca già pregustando i soldi che avrebbero fatto con delle belle speculazioni edilizie. Dall’altra c’era il mio papà, Dario Fo, candidato sindaco alle primarie del PD, sostenuto da una team di urbanisti e ecologisti, insieme ai quali volevamo offrire ai cittadini più verde, aria più pulita, una vita migliore e più lunga. Alle primarie per scegliere il candidato sindaco per il Pd mio padre prese solo il 25%. Quindi manco quelli di sinistra erano favorevoli all’opzione più verde! Lo trovai incredibile.

Milano oggi: 72sima in Italia per verde per abitante

Oggi la gran parte di queste aree di Milano sono diventate grattaceli e palazzoni. Alcuni non sono stati ancora costruiti per sopravvenuti procedimenti giudiziari, ma prima o poi ci riusciranno. Oggi Milano, la città di riferimento del modello di sviluppo italiano , è settantaduesima in Italia per verde per abitante. Si sono fatte fuori linee ferroviarie che sarebbero state utili per il trasporto pubblico e si è rinunciato al verde… Quante persone sono morte prematuramente per questa scelta scellerata?Ai milanesi non interessa: sono entusiasti dei nuovi (per me orrendi) grattaceli. Sentono finalmente di vivere in una piccola New York.

Le prospettive. E non paghi gli amministratori della capitale morale dell’Italia hanno deciso di costruire ancora, sfruttando i 7 scali ferroviari dismessi: Farini, San Cristoforo, Porta Romana, Greco-Breda, Lambrate, Rogoredo, Porta Genova. Per fortuna tra il 65 e il 72% delle aree verrà lasciato a verde pubblico. Ma dopo l’ecatombe del covid amplificata dallo smog, veramente si pensa che la priorità di Milano sia costruire ancora?

Chi si oppone alla cementificazione? 

Ho fatto una ricerca sul web e non ho trovato nessuno che si opponga al progetto. Che tristezza. C’è da chiedersi se dietro questa situazione non ci sia una certa difficoltà a capire concetti tipo: l’inquinamento fa male al fisico. Poi scopri che una ricerca Usa dimostra che l’inquinamento e la mancanza di verde provocano depressione e malattie mentali.

Il che chiarisce molte cose: i milanesi non potranno rendersi conto che starebbero meglio con più verde fino a quando non ci sarà più verde che permetterà loro di far funzionare meglio il cervello.

Il caso della città di Curitiba

Secondo il sito Sustainable cities, una città con un ottimo rapporto di superficie verde per abitante è Curitiba, capitale dello stato del Paranà, in Brasile. Vuoi saperne di più sull’incredibile storia di Curitiba, una delle città dove si vive meglio al mondo?La racconto al LINK.

Può esistere una grande città con tanto verde? La risposta è sì.

Milano ha 17 mq di verde per abitante. Ecco invece quanto è il verde per abitante di altre città nel mondo:

  • Rejkiavjk (Islanda) 411
  • Auckland (Nuova Zelanda) 357
  • Bratislava (Slovacchia) 333
  • Goteborg (Svezia) 314
  • Sidney (Australia) 235
  • Praga (Repubblica Ceca) 223

Leggi anche:
Le rinnovabili superano il carbone!
Alexandria Ocasio-Cortez in Italia verrebbe fatta ancora più a pezzi
5 consigli per evitare che una scampagnata diventi un disastro ecologico

Jacopo Fo

Jacopo Fo

Scrittore, teatrante, regista, disegnatore, è Direttore creativo di People For Planet.

Potrebbe interessarti anche

Jacopo Fo

Jacopo Fo

Scrittore, teatrante, regista, disegnatore, è Direttore creativo di People For Planet.

Consigli per gli acquisti

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy