I 7 migliori libri di fantascienza

Per tutti gli appassionati di fantascienza quelli che per me sono i capisaldi di questo tipo di narrativa

   

1 – Paria dei cieli di Isaac Asimov

2 – Neanche gli dei di Isaac Asimov.

Asimov è un pazzo scatenato. Ha scritto una cinquantina di romanzi. Alla fine è riuscito a cucirli tutti assieme, una storia lunga 50 romanzi. Un caso unico. Li ho letti tutti. Coprono un arco temporale di decine di migliaia di anni dai primi robot (c’è il film di Robin William sul robot che riesce a farsi riconoscere come essere umano e pur di riuscirci accetta di morire. L’uomo Bicentenario) alla nascita e al crollo dell’Impero Galattico. Se hai un anno che non sai cosa fare è un modo delizioso per impegnarlo.
Nell’ultimo libro scopri alcuni segreti che stavano dietro gli altri. Come ci sia riuscito a collegare tutto è magico. È Asimov che inventa le 3 leggi della robotica che oggi sono alla base della ricerca sull’intelligenza artificiale: un’auto a guida autonoma si può trovare a dover decidere se far morire il passeggero o investire 5 passanti… Lui era un fisico nucleare…
Questi due romanzi sono i più riusciti e avvincenti.

3 – L’uomo in fuga di Richard Bachman (pseudonimo di Stephen King)
È stato il primo romanzo di fantascienza che ho letto. Iniziai a leggerlo e non smisi fino a quando non lo finii. Il tutto avvenne durante le 27 ore di aereo e scali per raggiungere la Cina nel 1974. Dopodiché ho letto alcune centinaia di libri di fantascienza.
Credo che sia anche l’unico non horror scritto da King.
Un uomo disperato partecipa a una gara dalla quale solo un concorrente uscirà vivo. Tema poi copiato da un corteo di scrittori. Su questa storia hanno fatto anche parecchi film. Nessuno eguaglia il romanzo.

4 – Il mondo della foresta di Ursula K. Le Guin
Sono uno dei pochi a sostenerlo ma trovo che sia indecente che il film Avatar sia copiato da questo romanzo senza che sia stato riconosciuto il merito alla Le Guin. Tra il film e il romanzo ci sono differenze di trama ma la struttura della storia, le ambientazioni e le idee di fondo sono le stesse. Nel romanzo c’è il rapporto simbiotico di questi nativi di un altro mondo che vivono su alberi immensi. Quando tornano a casa devono farsi riconoscere dall’albero sennò rischiano di essere colpiti da spine velenose che la pianta emette contro gli sconosciuti. Gli ospiti mangiano i frutti della pianta e questo li rende riconoscibili, ma prima di salire sull’albero devono mettersi in comunicazione empatica per farsi riconoscere. Ursula K. Le Guin inventa una parola che definisce questa azione: EMFOLIARE. Questa idea di un’azione mentale per entrare in sintonia l’ho trovata molto affascinante anche perché credo che tra gli esseri umani sia necessario fare qualche cosa del genere per entrare in sintonia.

5 – Il mondo del non-A di A. E. van Vogt
Un romanzo filosofico. Descrive la ribellione di un gruppo di umani contro il sistema dittatoriale Aristotelico. Si tratta di un romanzo d’azione avvincente che riesce ad indagare senza annoiare una questione filosofica fondamentale: Aristotele sbagliava! Il senso della vita non sta nella pura efficienza della cultura utilitaristica. Serve ben altro per rendere decente vivere. Noi stiamo con Platone.

6 – Venere nella conchiglia di Kilgore Trout

 

 

 

 

 

7 – Guida Galattica per Autostoppisti di Douglas Adams

 

 

 

 

Questi sono i miei preferiti, e i vostri? Se volete raccontarci quali secondo voi sono i migliori libri di fantascienza scrivetelo qui sotto nei commenti, grazie!

Vedi anche: Libri per nutrire l’anima e tonificare i muscoli

Commenta con Facebook
Jacopo Fo

Jacopo Fo

Scrittore, teatrante, regista, disegnatore, è Direttore creativo di People For Planet.

1 commento

  • Ciao. Nei libri di fantascienza, o megli climate fiction, posso suggerirti il mio nuovo romanzo “Il Nuovo Mondo”…mi piacerebbe fartene avere una copia, per ricevere una tua recensione.

Jacopo Fo

Jacopo Fo

Scrittore, teatrante, regista, disegnatore, è Direttore creativo di People For Planet.