Il futuro dell’agricoltura? L’Orto Bioattivo

Imitando il comportamento dei boschi si possono progettare orti che richiedono pochissimo lavoro

Grazie a un particolare mix di terra, compost, lombrichi si può aumentare in modo esponenziale la fertilità e la resa di un terreno agricolo, ottenendo frutta e verdura molto più buona e nutriente di quella coltivata con agricoltura intensiva e sostanze chimiche.
Siamo andati a Firenze a intervistare l’agronomo Andrea Battiata e l’ingegnere Giovanni Petrini, ideatori dell’Orto Bioattivo.

 

Video di Martina De Polo e Francesco Saverio Valentino

Nella gallery fotografica di Armando Tondo il mini orto bioattivo costruito alla Libera Università di Alcatraz in Umbria durante un corso con l’agronomo Andrea Battiata e l’ingegnere Giovanni Petrini, della Cooperativa Semele.

 

Martina De Polo

Martina De Polo

Sono Martina De Polo, laureata in Cinema, Televisione e produzione multimediale (Laurea Magistrale). Da qualche anno lavoro nell’ambito della produzione video indipendente.

commenta

Potrebbe interessarti anche

Martina De Polo

Martina De Polo

Sono Martina De Polo, laureata in Cinema, Televisione e produzione multimediale (Laurea Magistrale). Da qualche anno lavoro nell’ambito della produzione video indipendente.

Consigli per gli acquisti