Il koala è funzionalmente estinto. Che cosa significa?

Non sono scomparsi, non ancora

Secondo le stime dell’Australian Koala Foundation in Australia sarebbero rimasti appena 8omila koala. Cambiamenti climatici, scomparsa dell’habitat e incapacità riproduttive rendono la specie “funzionalmente estinta”

Non sono scomparsi, non ancora. Ma secondo l’Australian Koala Foundation (Akf) il destino dei pigri marsupiali australiani è ormai segnato: i koala sono funzionalmente estinti. Dalle stime dell’organizzazione infatti ne sarebbero rimasti appena 80mila nel continente – un numero insufficienteperché possano svolgere un ruolo significativo nell’ambiente e a garantire la sopravvivenza di nuove generazioni. E, se ci aggiungiamo la minaccia che deriva dai cambiamenti climatici e dalla costante perdita delle foreste di eucalipto (di cui si cibano in modo esclusivo), beh, la conclusione non ci piacerà affatto.

Contiamo i koala

Se le stime della Akf fossero accurate, il calo della popolazione complessiva di koala sarebbe davvero sconcertante. L’ultima indagine ufficiale risale al 2016, quando un team di 15 esperti aveva tentato di stimare le dimensioni delle popolazioni di koala in quattro stati australiani (Queensland, New South Wales, Victoria e Australian Capital Territory). Da quel difficile lavoro (i koala non sono animali stanziali, si distribuiscono in modo irregolare in territori molto ampi e molto diversi tra loro, e non sono così facili da scovare) sembrava che il numero dei koala si aggirasse sui 329 milaesemplari, e che complessivamente il declino demografico fosse del 24%

Continua su WIRED.IT

Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Il meglio del Web selezionato per te!

Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Il meglio del Web selezionato per te!