Il mondo a colori dei colibrì

Il mondo a colori dei colibrì

Un recente studio ha dimostrato che i colibrì vedono colori che noi non possiamo nemmeno immaginare

I colibrì sono dei fantastici uccelli, dai colori brillanti e sgargianti che cambiano in base al punto di osservazione. Sono considerati i più piccoli al mondo e la mobilità degli arti superiori consente loro di volare all’indietro.

Ma la natura non smette mai di stupirci: un recente studio ha dimostrato che i colibrì possono vedere colori che noi umani non siamo nemmeno in grado di immaginare.

E’ risaputo che gli uccelli probabilmente hanno una visione dei colori migliore rispetto agli umani. Come la maggior parte dei primati, gli umani sono tricromatici, cioè i nostri occhi hanno tre tipi di recettori o coni sensibili al colore: blu, verde e rosso. Ma gli uccelli hanno quattro coni di colore, nel senso che sono tetracromatici.

Noi possiamo vedere soltanto i colori dell’arcobaleno – rosso, arancione, giallo, verde, blu, indaco e viola – le cosiddette tonalità spettrali, ma anche il viola, un colore puro non spettrale (non presente nell’arcobaleno), perché stimola i nostri coni rosso e blu contemporaneamente.

Gli uccelli, invece, possono accedere a una gamma più ampia di colori, incluso lo spettro ultravioletto, che include colori come il verde UV e il rosso UV.

Il mondo a colori del colibrì

Così Mary Stoddard, biologa evoluzionista della Princeton University, ha condotto una serie di esperimenti sui colibrì selvatici nei pressi del Rocky Mountain Biological Laboratory in Colorado. Lo studio ha dimostrato che questi uccelli hanno accesso a un ampio spettro di colori, compresi quelli non spettrali, che noi non possiamo vedere.

Vederli fare questo proprio davanti ai miei occhi è una delle cose più eccitanti a cui abbia mai assistito“, ha dichiarato la ricercatrice, il cui articolo è stato pubblicato sul giornale Proceedings of National Academy of Sciences.

Lo studio

Per studiare i comportamenti dei colibrì e la loro visione del mondo a colori, Stoddard e il suo team hanno allestito diverse mangiatoie per uccelli dotate di dispositivi a LED che potevano emettere due colori diversi, in base al contenuto dell’alimentatore; la scelta era tra una piccola quantità di acqua zuccherata o acqua normale.

I colibrì, che si nutrono del nettare dei fiori, hanno appreso rapidamente ad associare il colore al contenuto delle mangiatoie.

Gli scienziati hanno, così, dimostrato che i colibrì scelgono costantemente l’alimentatore con il gusto dolce, indipendentemente dal fatto che abbia una tonalità non spettrale o spettrale.

Anche quando i colori sembravano uguali a noi – per esempio, quando gli uccelli dovevano scegliere tra un alimentatore di colore verde UV e uno che era semplicemente verde – potevano vedere la differenza“, afferma Stoddard.

I colibrì, quindi, sceglievano di cosa alimentarsi in base al colore che percepivano.

Ma perché i colibrì possiedono questa abilità? Probabilmente, questa capacità aiuta i piccoli uccelli a individuare le diverse varietà di piante e il loro nettare.

Questi uccelli si differenziano dai mammiferi che, al contrario, si sono evoluti come esseri notturni che non avevano bisogno di vedere le tonalità diurne e oggi possiedono solo coni blu e verdi. Le persone, invece, hanno sviluppato un terzo cono (rosso), probabilmente perché i primati primitivi hanno sviluppato un appetito per la maturazione dei frutti.

Insomma, il mondo visto con gli occhi di un colibrì dovrebbe essere davvero fantastico e la natura non smette mai di mostrarci la sua dimensione magica.

Fonte: Traduzione di ampi stralci dell’articolo di National Geographic

Leggi anche:
Animali: i maghi del travestimento (Infografica)
Scienza: animali cooperativi, altruisti e dotati di senso morale
Cosa stanno dicendo questi animali?

Maria Grazia Cantalupo

Maria Grazia Cantalupo

Social Media Manager di People For Planet

Potrebbe interessarti anche

Maria Grazia Cantalupo

Maria Grazia Cantalupo

Social Media Manager di People For Planet

Consigli per gli acquisti

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la Privacy e Cookies Policy