Il pettegolezzo? Non è solo cosa da donne

In media, ciascuno di noi dedica ben 52 minuti al

La prima immagine che ci viene in mente quando sentiamo la parola gossipè quella di due amiche sedute in un bar che ridacchiano e si sussurrano all’orecchio le ultimissime “voci di corridoio”. Ma ora, un nuovo studio dei ricercatori della University of California di Riverside, il primo ad analizzare scientificamente la propensione delle persone a spettegolare, ha messo in discussione molti dei luoghi comuni che ruotano intorno al gossip, come per esempio l’idea piuttosto diffusa che “il pettegolezzo è donna”. Secondo il team di ricercatori, infatti, le donne non passano più tempo a spettegolare rispetto agli uomini. Il gossip, inoltre, è così tanto diffuso che gli dedichiamo molto più tempo rispetto a quanto pensato finora: stando ai risultati della ricerca, infatti, ci dedichiamo a questo tipo di chiacchiere in media ben 52 minuti al giorno. Lo studio è stato appena pubblicato sulla rivista Social Psychological and Personality Science.

Il pettegolezzo

Quando pensiamo al pettegolezzo intendiamo molto spesso una cattiveria o malignità nei confronti di qualcuno. Ma quando si analizza il fenomeno del gossip nell’ambito di uno studio scientifico, si intende generalmente il parlare di qualcuno che non è presente e il discorso può assumere toni sia positivi, sia neutri che negativi. “Con questa definizione, sarebbe difficile pensare a una persona che non spettegola mai, perché significherebbe che tutte le volte che parla riferendosi a qualcuno è esclusivamente in sua presenza”, commenta la psicologa Megan Robbins, coautrice della ricerca, aggiungendo scherzosamente “non potrebbe mai parlare di una persona famosa, a meno che questa non partecipi direttamente alla conversazione”.

Continua a leggere su REPUBBLICA.IT

Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Il meglio del Web selezionato per te!

Redazione People For Planet

Redazione People For Planet

Il meglio del Web selezionato per te!